Arredi zen per la casa: colori e stili d’arredo per ambienti rilassanti

Arredi zen per la casa: colori e stili d’arredo per ambienti rilassanti

Creare ambienti rilassanti in casa è un modo per dare non solo un aspetto rassicurante agli interni, ma ci permette di rendere vivibile ogni spazio e stanza personalizzandoli con arredi e colori iconici e di tendenza. Una casa zen è davvero possibile? Certo, che sì, e la buona notizia è che per ricrearla non dobbiamo rinunciare né allo stile né alla comodità. Curiosi di scoprire come si fa?

Tutti vogliamo rendere confortevoli gli ambienti di casa ma non è sempre facile. Spesso per creare uno spazio rassicurante, tendiamo a mettere da parte l’estetica puntando su oggetti e complementi d’arredo di certo funzionali ma poco stilosi. Quante volte ci siamo ritrovati ad acquistare un tavolino da caffè comodo e dal materiale resistente ma esteticamente poco gradevole? E quante lampade abbiamo installato in soggiorno rendendoci conto solamente dopo aver sistemato tutto che quell’accessorio non si intona per niente con il resto degli arredi? È vero, quel modello è davvero luminoso e pratico, ma il suo colore rovina completamente l’atmosfera del nostro living. Come facciamo a rendere una casa zen senza rinunciare né alla praticità e né allo stile? Prima di tutto cerchiamo di capire cosa significa vivere in una casa zen.

Arredamento zen: cosa significa?

Cosa significa veramente il termine zen? In giapponese si riferisce alla meditazione, ma quando lo riportiamo nel campo dell’interior design, riflette tutto ciò che concerne l’equilibrio, l’armonia e il relax. Sebbene lo zen non sia uno stile di design vero e proprio e non abbia delle regole d’arredo da seguire, è spesso associato al minimalismo, alla semplicità e alla purezza delle linee. È piuttosto un modo per organizzare la propria casa e creare un’atmosfera che compensi lo stress e la seccatura dell’incombente routine quotidiana.

Se non vedete l’ora di trasformare la vostra casa in un posto confortevole, rilassante ma anche di tendenza, allora non perdetevi i nostri consigli pratici ma anche di stile!

Arredi zen: palette ispirate ai colori della natura

Un design ispirato ad atmosfere tranquille e rilassanti è incentrato sui colori della natura. Preferiremo toni tenui, come il bianco, e le sfumature che vanno dal beige al tortora.

Queste nuance sono perfette perché hanno il potere d’indurre un senso di relax e calma. Molto importante è l’armonia cromatica tra i vari elementi, così come la continuità visiva tra pareti, mobili e pavimenti. Possiamo anche puntare su colori pastello molto delicati, tra cui lo stilosissimo verde acqua.

Se amate questa tonalità, troverete irresistibili gli abbinamenti più belli con il verde acqua che associano questo colore con il rosa, il marrone ma anche ai verdi e gli azzurri. Il verde acqua, detto anche spesso acquamarina è una sfumatura tra il verde e l’azzurro molto delicata, e di conseguenza davvero rilassante.  

Scegliere tessuti naturali e leggeri

I tessuti che definiscono gli arredi della nostra casa devono esseri naturali, leggeri e confortevoli. Tra gli elementi essenziali che non dovrebbero mai mancare in un arredamento zen ci sono le tende che danno una sensazione d’intimità e privacy in ogni camera. Preferite tessuti naturali come lino e cotone e colori neutri.

Mobili dal design minimal e dai materiali semplici

I mobili di una casa zen sono caratterizzati da linee semplici e colori chiari. Il consiglio è quello di evitare arredi dai dettagli complicati e dagli ornamenti eccessivi. I mobili dovrebbero essere di alta qualità e realizzati con materiali naturali in quanto danno un senso di calore e relax. Preferite quindi mobili funzionali in legno optando per tonalità chiare.

Scegliere una luce naturale e giocare con le diverse fonti luminose

Per uno spazio completamente rilassante e una casa zen, optate per lampade a fonte indiretta o diffusa che creano un tipo di luce ambientale e rilassante. Evitate quindi di scegliere quelle lampade che proiettano una forte luce diretta dal soffitto, ma  preferite diverse combinazioni tra lampade da terra e un set di lampade a luce indiretta. Se vi piace la luce diffusa e un’atmosfera accogliente, lasciatevi ispirare da deliziose candele profumate. Ovviamente cercate di sfruttare il più possibile la luce naturale a discapito di quella artificiale.

Elemento green: piante e fiori per una piccola oasi urbana

Portare in casa gli elementi della natura è molto importante per creare un ambiente rilassante e originale. Le piante infatti hanno un effetto calmante attraverso le loro rilassanti sfumature sul verde e, come sappiamo, forniscono ossigeno. I bonsai o i terrari sospesi, per esempio, sono una buona scelta e sono spesso inclusi in un tipico arredamento zen.

Aggiungete sempre elementi naturali dove possibile. Piante di bambù, pietre lisce e fonti d’acqua possono essere utilizzate come originali elementi decorativi. Non è un mistero che il suono dell’acqua ha un effetto calmante, ed ecco perché l’aggiunta di una fontana in una stanza ci permetterà di creare un’atmosfera più tranquilla.

Una casa zen è prima di tutto una casa ordinata

Una casa ordinata e senza troppi accessori e oggetti in giro ci assicurerà un ambiente pulito, accogliente e confortevole. È importante ridurre al minimo o eliminare del tutto quello che è superfluo poiché il disordine può inibire il rilassamento. Svuotare la stanza dal maggior numero possibile di oggetti tenendo solo l’essenziale. Questo però non significa che dobbiamo rendere vuoti gli spazi, ma il consiglio è quello di scegliere ciò che può darci un comfort extra, ma senza esagerare.

Limitare i dispositivi elettronici

I dispositivi elettronici e tutto ciò che riguarda laptop TV e smartphone sono molto spesso fonte di distrazione e quindi non si integrano per nulla a un arredamento completamente zen. Tuttavia se avete la necessità di collocare il televisore in camera da letto, assicuratevi di posizionarlo in un’area discreta o nasconderlo magari in un armadio, su un’apposita mensola per la TV.