Ideare casa
Home » Idee per la casa » Un perfetto albero di Natale a Milano

Un perfetto albero di Natale a Milano

Vivo in una città dove il Natale si sente molto, già da metà del mese di Novembre per le strade si respira aria ricca e tersa di entusiasmo natalizio, fervono i lavori e le strade iniziano a colorarsi e a brillare di luci e brillanti effetti, nelle vetrine si vedono, assieme alla merce, pacchetti regalo dalle carte luminescenti, alberi di natale, babbi natale e tutto quell’effetto brillante e gioioso è molto invitante.

Se poi, nei giorni che precedono le feste, c’è anche una bella spolverata di neve, siamo proprio a Natale. E’ Milano la città a cui mi riferisco, la città di cui spesso non si sente certo parlare bene, ma da parte mia  l’ho sempre apprezzata, specie in questo periodo!

A tre giorni dal Santo Natale, voglio dedicarvi e regalarvi l’esempio di uno splendido albero di Natale. Sì, perchè non solo tra le vie della città incontriamo colori, sapori e odori natalizi, ma anche nelle case. E’ tradizione realizzare un bell’albero di Natale, specie poi per chi ha dei bimbi che non aspettano altro che fare e disfare un albero, aiutare ad addobbarlo e poi trovarvi sotto i desiderati regali.

Alcune delle persone che conosco, rendono omaggio al Natale realizzando un bell’albero, grande e ricco di addobbi, lo fanno non solo per tradizione, ma per rendere più invitante e ricca di colori e luci la casa. Sono poche le persone che ho incontrato che realizzino alberi di Natale spinti da una vera e propria passione. Nel caso dell’albero che vi presento è la mia amica Alessandra la vera cultrice del Natale, il suo interesse e passione nascono fin dalla più tenera infanzia e ogni anno per le feste realizza un bellissimo albero. La caratteristica non è solo di renderlo prezioso, ma di curarlo nel dettaglio e aggiungere significati ad ogni più piccolo e singolo elemento.

I lavori per gli addobbi a casa di Alessandra iniziano presto: la progettazione prima del mese di dicembre, ma quel che più mi colpisce è il sincero piacere che lei trova nel realizzare ogni anno un albero particolare, che possa avere dell’incredibile. Il piacere nel decorarlo porta con se anche ad una sana e divertente competizione fra lei, la sua mamma e altre amiche, ugualmente entusiaste. Non si tratta solo di tradizione, ma forte è il fattore affettivo: fin dai tre anni aiutava il nonno nei preparativi degli addobbi natalizi e a lui deve l’interesse per la composizione perfetta dell’albero e per  la cura dei particolari.

Dalla realizzazione dell’albero così ben costruito e simmetrico parte sempre lo studio delle luci. Quest’anno le ha scelte bianche e alcune sono fiammelle luminose. Poi inserisce le palle non tutte sferiche, ma dalle forme diverse, ognuna scelta nei vari viaggi tra Germania, Svizzera, Francia, Stati Uniti e la montagna alto-atesina. Ogni più piccolo elemento appeso all’albero è in vetro e dipinto a mano. Alla base dell’albero, delle slitte circolano su una pista innevata: è uno degli elementi che preferisco, non solo perchè insolito, ma anche divertente!

L’interesse per il Natale non si esaurisce nell’albero, ma si allarga anche all’intero soggiorno con altri addobbi come il calendario dell’avvento, la scritta XTMAS in cima alla libreria, il presepe (fatto accuratamente realizzare in Trentino), candele, sfere delle stagioni appese ad una lampada, poi la chicca, il mini alberello che ha interamente realizzato la figlioletta, sotto la sua supervisione, affinché perduri e si tramandi questa bella tradizione… non solo familiare.