Ideare casa
Home » Architettura ed Interior » Loft » Un Loft in un vecchio edificio industriale di Firenze

Un Loft in un vecchio edificio industriale di Firenze

Solitamente quando pensiamo ai loft è più semplice avere l’immagine che ci deriva dalla tradizione americana. Solitamente sono edifici industriali, fabbriche o magazzini che vengono trasformati e trasformati in vere e proprie residenze. La caratteristica maggiore dei loft è quella di avere a vista i condotti di riscaldamento, i mattoni e le tubature in ferro.

Ma i loft americani non rappresentano gli unici esempi. Nel centro di Firenze è stato progettato e ristrutturato un’antico edificio industriale, con esattezza in precedenza era una tintoria nel 1800, poi una falegnameria nel 1950, poi è stato convertito in un elegante spazio minimalista da parte dell’architetto Alessandro Capellaro. L’architetto ha conservato le scatole in legno caratteristiche dell’antico edificio, ne ha installate più di 300 in tutto il loft. Le scatole hanno doppia funzionalità, da un lato sono utili per archiviare, funzionando come armadi, ma sono utili anche come divisori fra i vari spazi, zona notte e giorno. Capellaro ha lasciato l’antico pavimento, con le piastrelle industriali, mentre le mura esterne sono state lasciate in cemento grezzo.

Nell’area del soggiorno le scatole hanno la funzione di contenitori e nella zona più vicina al camino svolgono l’utilità di conservare la stessa legna, riescono anche ad essere un buon supporto per per il divano.

L’idea e l’unione fra antico e moderno è viva all’interno di questo spazio, che in un certo senso per storia e immagine detiene il confronto fra loft tipicamente italiano, potendo essere un esempio nei confronti del tradizionale loft americano.