Trasforma la spesa in un guadagno

Trasforma la spesa in un guadagno

Come orientarsi tra offertone, promozioni, tessere fedeltà e stare alla larga dai falsi sconti.

Per fare la spesa risparmiando ci sono tanti trucchi: inseguire le varie offerte da catena a catena, puntare sui discount, tagliare la filiera produttiva e comprare dai produttori, entrare a far parte di un gruppo di acquisto, fare la spesa direttamente online.

Tutto questo però potrebbe non bastare se nella città in cui vivi il paniere della spesa e più oneroso. Stando ai dati resi noti dal Codacons le differenze tra le varie province italiane è notevole. Per la stessa spesa si arriva a pagare 49,83 euro a Siena, la meno cara d’Italia, e 63,83 euro ad Aosta, la più cara (quasi il 30% in più). La regione messa peggio dal punto di vista del caro spesa e la Lombardia con tre province, Lecco, Varese e Sondrio, nei primi posti. Sui singoli prodotti le differenze sono ancora più corpose, basti pensare al kg di riso che costa un euro e mezzo a Potenza e quasi cinque euro a Nuoro.

Tanto è meglio

Come difendersi? Non certo ricorrendo offerte a migliaia di chilometri, ma un occhio attento è meglio averlo. Per prima cosa, informati sulle varie tessere di supermercati; alcune volte fare una tessera che ha un costo limitato può portare a un effettivo risparmio in prospettiva. Poi tieni d’occhio i buoni sconto sui giornali e online.

Quando si presenta l’occasione, se si ha la possibilità di stoccare una certa quantità di alimenti, ben vengano scorte di olio, sale, zucchero, farina, spezie, pasta, riso e alimenti a lunga scadenza che possono essere indispensabili per una cena improvvisata. Naturalmente, prima di esagerare bisogna determinare verosimilmente quanto prodotto riusciremo a consumare prima della scadenza: ricorda che talvolta i prodotti sono in promozione proprio perché vicini alla scadenza!

Più spendi, più spendi

I prezzi dei prodotti vanno confrontati sui peso (al kg o al litro) e non sui prezzo della confezione: ormai le monoporzioni per single sono sempre più diffuse in tutti i generi alimentari e in un piccolo importo unitario nascondono spesso prezzi al chilo molto più elevati. Sempre in termini di risparmio, non è detto che un prodotto che costa di più alla lunga sia davvero più costoso; la regola “più spendi meno spendi” vale soprattutto per i detersivi: talvolta capita che quelli di marca costino un po’ di pùu, ma la quantità necessaria è motto inferiore, quindi alla lunga portano a un effettivo risparmio.

Acquisti solidali

Un altro modo per risparmiare è offerto dai G.A.S., i Gruppi di Acquisto Solidale, un insieme di consumatori che acquistano grandi quantità di un determinate prodotto da un fornitore, risparmiando parecchi soldi, e poi si dividono il prodotto stesso. Nel panorama dei G.A.S. si trovano associazioni riconosciute o cooperative del settore che trovano in questa forma un modo intelligente per acquistare quei prodotti che servono ai soci.