Tende, utilizzate anche come divisorio

Tende, utilizzate anche come divisorio

Le tende riparano dal sole, difendono la privacy, incorniciano le finestre, completano l’arredamento. Pochi elementi sono così determinanti nella visione di insieme di un ambiente come le tende. Per questo motivo è necessario sceglierle con cura. E oggi l’offerta è davvero vasta sul mercato.

E’ un elemento d’arredo, ma al contempo necessario e davvero utile, possono essere discrete ma importanti, se non sono indovinate possono svalutare tutto l’insieme dell’arredamento. Le tende creano atmosfera, nascondono e mostrano, separano dal mondo esterno, filtrano la luce naturale, riparano dal caldo e dal freddo, insomma hanno diverse funzioni e soprattutto personalizzano gli ambienti.

Oggi esistono tendaggi per tutti i gusti. Che siano a vetro, a pacchetto, a veneziana, a festoni, traforate, ricamate o drappeggiate, l’importante è che si armonizzino con le proporzioni, i colori e l’arredamento della stanza in cui sono collocate, sono leggere ed eteree in lino, organza o tulle, più rigide e cascanti in velluto o shantung o addirittura in legno. La tendenza dominante, al di là del materiale, è quella dei colori che devono essere caldi e solari come le tonalità di rosso, arancio e giallo o nelle nuances naturali di ecrù e bianco.

Dagli arredatori apprendiamo dei nuovi sistemi di utilizzo, che le propongono anche per drappeggiare i soffitti creando atmosfere esotiche e molto intime oppure collocate in mezzo a una stanza come un’insolita parete di tessuto per separare gli spazi, ad esempio il soggiorno dalla zona pranzo o dallo studio.

Spesso appare necessario nei monolocali o bilocali separare degli ambienti con delle tende, infatti spesso gli spazi limitati impongono l’utilizzo di una sottilissima e pratica tenda, anziché lo spessore di una libreria o di una porta.

Anche negli ambienti open space ci sono mille modi per separare le varie zone e le rispettive funzioni. Il più tradizionale è quello di ricorrere a un muretto basso, o ad una parete traforata in cartongesso, piuttosto che a un divisorio in vetromattone o in formelle di vetro colorato.

Per creare un divisorio più “impalpabile” e che costituisca anche un originale elemento di arredo si può anche utilizzare una tenda, a pannelli, alla veneziana, a teli.