Tende moderne per interni design e comfort

Tende moderne per interni design e comfort

Non c’è cosa più bella di arredare casa. Che tu ne abbia acquistata una da poco tempo o che tu abbia deciso di portare una ventata di novità, giocare con gli elementi d’arredo è un buon motore alla creatività, sopratutto perché così puoi personalizzarla e inserire tutti i dettagli che più ti piacciono. Tra tutte le variazioni che possono essere apportate, le tende sono sicuramente quelle che maggiormente danno nell’occhio. Non sono più vissute come quell’elemento funziona a proteggersi da occhi indicreti, ora esse colpiscono, e vengono scelte con perizia, perché dal colore, dal tessuto, della lunghezza e della modalità di apertura/chiusura dipendono una serie di fattori caratterizzanti.
Vediamo, dunque, quali sono le migliori tende moderne per interni.

Tipi di tende

Distinguiamo primariamente i tipi di tende moderne che sono più richiesti e meglio si adattano ad una casa dallo stile moderno:

  • Tende a pannello: questa tipologia è costituita da due o più tendaggi, l’uno leggermente sovrapposto all’altro, che si muovono in corrispondenza dalla parte superiore della finestra (o del componente d’arredo su cui si intende fissarli) grazie al fatto di essere incardinati su binari metallici che ne consentono lo scorrimento. Nella parte terminale del drappo, invece, è inserito in una sorta di fessura un peso che lo mantiene diritto e fisso, impedendo alla tenda di svolazzare se colpita da una folata di vento. Queste tende possono essere chiuse manualmente oppure con un motore meccanico, dipende ovviamente del modello. Per quanto riguarda la lunghezza, ognuno più scegliere liberamente quella che crede che meglio si addica alla propria abitazione; possiamo però a tal proposito dire che quelle più gettonate sono quelle a tutta parete, che cadono fino in fondo al pavimento. Il filtraggio della luce, tuttavia, non è profondissimo: è un tendaggio per lo più di design che vede applicazione prevalentemente in cucina o nella zona giorno, dovendo così consentire alla luce di entrare.
  • Tende a pacchetto: funzionano secondo un principio opposto a quello delle tende a pannello potremmo dire: che avvenga in modo meccanico o manuale, la chiusura di queste tende si sviluppa verticalmente dal basso verso l’alto – così come per aprirle le si vedrà cadere dall’alto – assumendo la forma di un vero e proprio pacchetto. Sono prediletti i modelli a scorrimento manuale, dove i fili, le cordicine e le catenelle vincono sulle manovelle per praticità e rapidità di azionamento. Non esistono solo modelli a vetro delle tende a pacchetto, ma anche a soffitto (sullo stile degli abbaini). Nel primo caso il tendaggio risulta essere ancorato su un binario scorrevole, realizzato con un materiale rigido o comunque contenente in fondo quel pesetto che dona rigidità e inamovibilità; nel secondo caso, dovendo scorrere in modo meno lineare, sono assenti aste portanti e trainanti, con un tessuto più morbido che non “impacchetta” la tenda ma la “arriccia”.
  • Tende a rullo: se nel caso delle tende a pacchetto e in quello delle tende a pannello il tessuto rimane sempre visibile, non completamente avvolto dall’impianto binario che ne consente lo scorrimento, questo non avviene per le tende a rullo. Grazie infatti a un rullo, che viene collocato sulla parte superiore della finestra, il tendaggio viene completamente fatto risalire, lasciando la finestra libera e vuota. Il vantaggio di queste tende è dato, peraltro, dalla possibilità di gestire al meglio con quale intensità far entrare la luce in casa, dato lo spessore del tessuto con cui solitamente vengono realizzate. Altro fattore di non poco conto, è che queste tende possono essere facilmente personalizzate, realizzando modelli su mi sicura senza incorrere in costi eccessivi. Apprezzate molto per il loro stile minimal ma elegante, anche queste tende funzionano secondo un principio di avvolgimento manuale o meccanico.


Il colore, con quali criteri sceglierlo?

Dopo aver così visto i principali tipi di tende esistenti, passiamo ora a considerare un’altro aspetto estremamente importante, capace di incidere in modo significativo sulla bellezza della casa: il colore. Il colore delle tende deve essere vagliato con cura e attenzione per scongiurare spiacevoli contrasti e abbinamenti sgradevoli alla vista.
Una tenda giusta ha bisogno di una previa analisi della stanza in cui si intende allestirla; infatti, sulla base dello stile degli arredi, del colore delle pareti e dei mobili la scelta verterà su un colore piuttosto che su un altro. I consigli da seguire sono essenzialmente tre: scegliere delle tinte simili a quelle del colore già presente nella stanza; optare per colori complementari; vertere su tendaggi dalle tonalità neutre. Nel primo caso, se ad esempio il colore prevalente della tua cucina è il rosso, per muoversi in continuità con esso è opportuno scegliere tende sul bordeaux o arancio. Nella seconda ipotesi, basandosi sempre sull’esempio della cucina rossa, si procederà con l’acquisto di tende verdi, così da creare quel contrasto che è sempre bello e frutto di un buon abbinamento. Infine, se non ritieni di dover adeguare le tue tende al colore della stanza (banalmente perché non ti piace né la tinta simile né quella complementare) puoi sempre optare per dei colori tenui e neutri. Con il beige, il tortora, il grigio non puoi di certo sbagliare.

Quali tende per quali stanze

Proviamo ora a dare qualche consiglio in merito alla tenda da abbinare alle diverse stanze che compongono casa. Partendo dalla cucina, delle tende a pacchetto dai colori neutri e non di eccessiva lunghezza sono sempre viste di buon grado. Per i più coraggiosi, anche del tendaggio con colori complementari vivaci è consigliabile, soprattutto se lo stile della cucina è più rustico. Spostandosi invece in salotto, in questo caso le tende devono essere lunghe e a pannello, possibilmente, manuale. I tessuti migliori sono di un materiale morbido e dalla trama non troppo spessa, mentre i colori ideali sono di tonalità complementari a quelle dei mobili, divani e/o copri divani. Infine, in camera da letto una tenda a pacchetto è la più funzionale per la capacità di filtrare meglio la luce, dove i colori verso cui orientarsi sono quelli che maggiormente si avvicinano alle tonalità prevalenti della stanza.