Si dorme bene anche in vacanza grazie a Tempur

Si dorme bene anche in vacanza grazie a Tempur

Ritrovare fuori casa lo stesso comfort che si ha nel proprio letto è quasi impossibile. Quando si trascorre qualche giorno in albergo o in una casa in affitto, spesso la qualità del sonno peggiora, con conseguenze anche sulla qualità del relax e della vacanza in generale. Un problema che si presenta soprattutto in estate, quando si cambiano anche più letti in pochi giorni.

«Trascorrere una “bella” vacanza significa soprattutto riposare e per riuscirci è indispensabile anche dormire bene – dice Alberto Bergamin, amministratore delegato di Tempur Italia -. A casa si può scegliere il materasso su cui dormire, ma quando si viaggia bisogna adeguarsi e non sempre è facile. Più si ha un buon materasso a casa, più è difficile ritrovare la stessa qualità fuori. Chi invece dorme meglio fuori casa che non nel proprio letto, probabilmente deve cambiare materasso: questo è infatti uno dei segnali che indicano che è troppo vecchio o poco adatto».

Per evitare che le notti in vacanza si trasformino in incubi, ecco qualche suggerimento di Tempur, esperti del buon dormire: «Primo, per motivi igienici o allergici è sempre meglio arieggiare il materasso e coprirlo con sovra fodere. Secondo, se si hanno problemi di schiena o collo è meglio portarsi il proprio cuscino. Terzo, è importante non stravolgere gli orari e dormire il giusto numero di ore» aggiunge Bergamin.

Per chi non vuole rinunciare neanche per un giorno al massimo del comfort in fatto di riposo, Tempur ha messo a punto una gamma di soluzioni. Il prodotto leader della gamma è il set da viaggio Tempur. Leggero e pratico, è composto da un sovra materasso e da un guanciale Tempur contenuti in una borsa da viaggio lunga circa 80 centimetri, alta e spessa circa 30. Il peso è di soli 4 chilogrammi per tutta la borsa, guanciale compreso. Caratteristiche che lo rendono ideale anche per essere trasportato in aereo.
Il sovramaterasso si posiziona su una piazza del letto e consente di dormire su 35 millimetri di materiale Tempur, per portare anche in viaggio i benefici del materasso Tempur di casa. Nel suo pratico borsone occupa poco spazio ed è facile da trasportare anche come trolley.

Tempur
Sviluppato negli anni Settanta all’Ames Research Center della Nasa, in California, per migliorare il comfort e la protezione dall’accelerazione di gravità sui sedili dei veicoli spaziali e perfezionato nel 1991 da Tempur World in Danimarca per usi privati, il materiale Tempur rappresenta una rivoluzione del comfort, unendo morbidezza e durata senza confronti. I materassi al primo contatto possono sembrare piuttosto rigidi, ma si ammorbidiscono e si adattano alla forma del corpo grazie alla temperatura e al peso corporei. Le proprietà del materiale termosensibile offrono a chi dorme su questi materassi un alleggerimento ideale della pressione, dando sollievo a chi soffre di problemi a collo e schiena.