7 tag per definire una cucina innovativa

In rete si chiamano tag (etichetta in inglese) e indicano i contenuti di un sito. Qui ne abbiamo usati otto per mettere in evidenza, in sintesi, i plus di cucine che rappresentano l’evoluzione del gusto e della tecnologia.

Tavolo scorrevole

In occiaio, scompare sotto il bancone penisola, e caratterizza – rendendolo molto pratico e flessibile – questa composizione di Eclettica_010, best seller di Elmer (il primo progetto, risalente al 2006, viene continuamente aggiornato). Dominata dall’originale cappa bianco Kono, completa di punti luce, ha un’originale maniglia posizionabile in varie porti dell’ anta, o sinistra o a destra, ed è fornito in molti colori e materiali.

Laccatura micallizata

Pininfarina Design ha derivato dalla ricerco automobilistica una vernice con polvere di mica che, essendo molto riflettente, permette di avere riflessi simili a quelli del metallizzato, ma molto più puliti e brillanti. Con questa nuova laccatura è proposta Ola20 di Snaidero (foto sopra), un modello che gioca sulle curve. Il bancone operativo è sorretto da una fluida struttura in legno stratificato. La zona dispensa in frassino dark termina con ante semicircolori. Ed è nuovo anche la cappa larga cm 150, ad aspirazione tangenziale e con luci.

Bicolor

I bianco continua a essere uno dei colori più richiesti in cucina, ma viene ravvivato dal rosso fuoco in Cherry, l’ultima nata in casa Febal, a firma Alfredo Zengioro (foto sopra). Le ante in rovere bianco, cenere o grigio piombo -, dalla superficie materica gradevole al lotto, sono spesse ben 22millimetri per dare maggiore solidità ai moduli. La maniglia verticale e disponibile lunga cm 1 8 e 36. La modularità in altezza prevede l’inserimenlo di speciali pensili e di sopracolonna alticm 48. Una soluzione che sfrutta a pieno lo spazio fino a cm 267, a soli cm 3 dallo standard dei soffitti di nuovo costruzione.

Sospesa

Cosi l’architetto Marco Fumagalli di MarcarchStudio spiega la sua cucina “dinamica”: «Volevo un modello che, come il genio della lampada, apparisse solo su chiamata. Da qui l’idea di trasformare una madia sospesa in una cucina in piena regola con elettrodomestici e piano di lavoro». Moove, elemento jolly largo cm 2,40 per 120 di altezza (in alto), e inseribile in molte collezioni di Florida; la serie comprende anche tavoli scorrevoli e a scomparsa.

Moduli rettangolari

Da em 36×60 (sopra), obbinati tra loro su assi orizzontali in base a schemi non convenzionali, personalizzano Tetrix, disegnato da Michael Young per Scavolini. Le altezze totali sono cm 200 e 236, con pensili disponibili nelle altezze da cm 36 e 73. Interessanti le ante senza maniglie a vista e il piano di lavoro in Naturalia, materiale in fibre di legno provenienti da foreste europee certificate e resine termoindurenti, con caratteristiche superiori rispetto al laminato.

Espirit Loft

Nel progettare per lago la “cucina non cucina” 36e8, Daniele lago utilizza un linguaggio astratto, basato su linee orizzontali e sul modulo interno di cm 36,8×36, 8 che va oltre la classica modulorità a multipli di 15 e 30 centimetri . In alto, la composizione 269, con frontali in vetro lucido nei toni grafite, lilla, paglia e spaga, e pensili in vetro opaco bianco. Dimensioni cm 368,8x67x193,6 h, prezzi a portire da € 9.637 elettrodomestici e occessori esclusi.

Bancone bifronte

Da un lato è zona operativa, dall’altro piano conviviale. Il top in finitura larice ha lo spessore di cm 4 . Disegnato da Gino Brini, Keo di Prodomo del gruppo Imab comprende, qui in alto, il bancone e isola e una zona sospesa con basi color melanzana, con gola e prive di maniglia. I pensili sono completati, nella parte bassa, da contenitori a giorno in finitura larice grigio.

Ciao, sono Ilaria e ho lanciato Ideare-Casa.com nel 2008 come un piccolo blog di interior design, dopo essere diventata mamma di una bellissima bambina. Ho aperto il blog per documentare la mia passione sul design, segnalare prodotti e raggiungere le persone che hanno la mia stessa passione per l'arredo di interni.