Scegliere i punti luce per illuminare la casa

Scegliere i punti luce per illuminare la casa

Se state progettando la vostra nuova casa o state sistemando l’impianto elettrico, fate attenzione alla posizione dei punti luce delle stanze.

Un grosso errore è quello di dedicare tutte le energie alla scelta delle lampade più belle e funzionali, tralasciando spesso un aspetto altrettanto importante: quello della giusta collocazione dei punti luce. E’ bene non farsi trovare impreparati all’arrivo degli elettricisti ed è quindi opportuno studiare preventivamente quali siano i punti migliori della casa in cui andare a collocare i punti luce, ovvero i posti specifici in cui verranno installate le varie lampade o lampadari.

Questa attenta pianificazione deve riguardare tutti i punti luce della casa, sia che si intenda posizionare lampade da soffitto, lampade a sospensione o lampade da parete.
I rischi che si corrono nel sottovalutare questo importantissimo aspetto sono di ordine pratico.
In ogni stanza infatti la luce avrà prima di tutto una funzione pratica e le lampade andranno posizionate a seconda degli scopi a cui saranno destinate.

Se risultasse necessario – ad esempio – illuminare il tavolo della sala da pranzo o della cucina, dovreste prima di tutto decidere il punto in cui posizionarlo all’interno della stanza, per poi richiedere all’elettricista di collocare un punto luce proprio sopra ad esso. Se così non fosse vi potreste trovare ad illuminare zone poco significative della stanza, rimanendo privi di un’adeguata illuminazione nei punti di maggiore necessità.

Se invece voleste installare una lampada da parete vi dovreste accertare che in corrispondenza di quella parete non si debba sistemare un grosso mobile, come ad esempio un armadio o una grande libreria.
Come si può infatti intuire, il secondo grande problema che potrebbe sorgere se non si pianificasse il posizionamento dei punti luce potrebbe essere quello di dover rivoluzionare – nel migliore dei casi – l’arredamento, per poterlo conciliare con le lampade installate in punti casuali della stanza e che risulterebbero alla fine un ostacolo alla sistemazione del mobilio.

Altra difficoltà che si potrebbe incontrare è quella di scegliere dei punti luce incompatibili con la lampada che vorremmo acquistare: tipico esempio potrebbe essere costituito da un punto luce nell’angolo della parete.
E’ chiaro che demandando la scelta della collocazione dei punti luce agli elettricisti il rischio che si corre è molto alto.

E’ quindi consigliabile interpellare un architetto o una persona specializzata sull’argomento, che sappia fornire utili indicazioni sulle tipologie di illuminazione delle varie stanze, consigliando il tipo di lampada da preferire ed il punto esatto in cui collocarla. Si otterrà così un impianto di illuminazione di alta qualità, che soddisferà al meglio tutte le vostre esigenze, illuminando correttamente ogni singolo ambiente.

Per quanto poi riguarda la scelta di lampade a sospensione, lampade da soffitto o lampade da parete, potete rivolgervi ad un fornito negozio di illuminazione.