Rifacimento pavimento: ristrutturazione nei tempi e nel budget

Rifacimento pavimento: ristrutturazione nei tempi e nel budget

Ristrutturare può essere un’impresa lunga e difficile (vedi come fare per rifacimento pavimenti e bonus ristrutturazione) , e se il vostro progetto coinvolge un’intera casa, la pavimentazione è un pezzo importante del puzzle che completa lo spazio.

La posa in opera delle pavimentazioni può diventare una cosa complessa, viste le tante opzioni di pavimentazione che richiedono tempi e budget molto diversi.

Spesso il lavoro non consiste solo nel mettere in posa la pavimentazione nuova, ma anche nella rimozione di quella vecchia e controllare lo stato del massetto. Per stare tranquilli richiedi sempre un preventivo per i costi, soprattutto se stai cercando pavimenti per interni economici.

Costo pavimentazione: ristrutturare rispettando budget e tempistica

Quanto costa rifare un pavimento?

Stai partendo da zero o stai ristrutturando i pavimenti esistenti?

Per determinare il costo dei pavimenti nuovi bisogna analizzare in primis in cosa consisterà il lavoro di posa della pavimentazione e quale si adatti meglio alle tue possibilità economiche:

  • Se i pavimenti non devono essere sostituiti, un semplice lavoro di rifinitura avrà un costo minore
  • Se vuoi posare un pavimento su pavimento esistente, la soluzione sarà economica. Non ci saranno i costi per la rimozione del vecchio e né il costo per la realizzazione del massetto. Si può procedere se non ci sono dislivelli sulla superficie. In molti oggi optano per posare il laminato sul pavimento esistente che permette di essere messo in modo rapido ed economico su di una pavimentazione preesistente.
  • La posa di un pavimento nuovo da zero, con la demolizione di quello precedente, necessita la creazione del nuovo massetto, la posa delle piastrelle e i lavori di rifinitura.

Bisognerà inoltre tenere conto dei costi per trasporto e smaltimento in discarica del vecchio materiale. Decisa la posa della pavimentazione, la scelta successiva da fare per rinnovare i tuoi ambienti è decidere i materiali.

Posa piastrelle pavimento: che cos’è e metodi

Con “posa pavimento” si intende il rifacimento della pavimentazione da parte di un piastrellista o di un posatore, con eventuale preparazione della zona da pavimentare. Il metodo include come il substrato sarà preparato per ricevere la piastrella, il tipo di materiale usato e lo schema per la posa.

Geometrie, combinazioni e idee particolari di posa sono caratteristiche che conferiscono personalità agli ambienti.

Gli schemi per la posa tradizionale dei pavimenti sono fondamentalmente tre:

  • Posa dritta: le piastrelle vengono disposte in modo parallelo ai muri. Uno schema da adottare per ambienti moderni, dove si vuole minimizzare la presenza di fughe. Utilizzato molto per bagni e cucine
  • Posa diagonale: i lati delle piastrelle sono inclinati a 45° rispetto alla parete, è una soluzione in grado di conferire agli spazi una sensazione di maggiore ampiezza. Utile se si vogliono unire insieme diversi tipi di piastrelle
  • Posa a correre: le piastrelle vengono disposte di nuovo in parallelo ma in modo sfalsato. Ottimo per gli schemi di posa con piastrelle rettangolari e le lastre di gres effetto legno.

Costo rifacimento dei pavimenti: fattori che intervengono

il costo per i nuovi pavimenti dipenderà da vari fattori, come ad esempio:

  • I materiali scelti
  • Il tempo richiesto per la posa: in base alla superficie, alla facilità degli schemi da realizzare e del materiale da utilizzare
  • Esperienza del posatore. Un professionista impiegherà meno tempo e farà un lavoro che non richiederà, in seguito, interventi di riparazione.

Per quanto riguarda la scelta dei materiali decidere di far realizzare pavimenti interni economici potrebbe portarti a spese future. Scegli la pavimentazione in base al clima locale, alla facilità di pulizia, a quanto ci camminerai sopra, se hai animali domestici, bambini e all’uso delle stanze.

Parquet, resina, laminato, marmo, gres porcellanato, laminato, hanno un costo diverso determinato dalla qualità. l prezzo per l’installazione di qualsiasi tipo di pavimento si basa sulla metratura.

Costo pavimentazione per materiale orientativo:

Tipo di posa Costo al m2
Parquet flottante 12-18 €
Parquet, tecnica inchiodata 30 €
Marmo da 30 €
Pavimento Laminato da 15 €
Gres porcellanato20 € 
Pavimento Pvc 7-15 €
Resine Da 40 a 120 €

Scegliere materiali con una qualità superiore, più costosi, spesso significa un migliore investimento a lungo termine.

Posa gres porcellanato: costo

Il gres porcellanato è in grado di rispondere alle diverse esigenze progettuali, sia per pavimenti interni che per esterni. Resistente ai graffi e ai cambi di temperatura è un materiale estremamente duraturo.

Puoi trovare diverse tipologie estetiche di grès porcellanato dai costi variabili: dalle semplici tinte unite fino a prodotti molto complessi, come le grandi lastre con spessore sottile.

Si possono scegliere vari tipi a seconda dell’effetto che si vuole ottenere negli ambienti:

  • Gres porcellanato effetto legno: il tipo più venduto, riproduce vari tipi di parquet, in stile moderno, anticato, vissuto
  • Gres porcellanato effetto marmo: grazie alle tecniche di smaltatura digitale si riescono a ottenere piastrelle sfumate che sembrano davvero in marmo
  • Gres porcellanato effetto pietra: antiscivolo, bassa assorbenza, perfetto per essere utilizzato per pavimenti esterni
  • Gres porcellanato effetto cemento: di assoluta tendenza, un’ottima scelta per rivestire interni ed esterni. Creano un’atmosfera elegante e minimal di grande impatto visivo
  • Gres porcellanato effetto cotto: utilizzato soprattutto in ambienti interni, in contesti rustici come casolari e taverne. Rendono possibile realizzare pavimentazioni con la stessa resa estetica dei cotti artigianali ma sono più resistenti e duraturi delle ceramiche moderne

Per realizzare pavimenti economici per interni puoi rinunciare agli effetti particolari, più di design, scegliendo modelli con dimensioni e colori standard. Se non volete fughe, le piastrelle in gres porcellanato rettificate premettono una posa con fughe minime, ma il costo sale.

Posa pavimenti esterni

La pavimentazione per esterni deve poter resistere alle intemperie, inquinamento, graffi, fornendo un pavimento esteticamente piacevole e resistente.

Le tecniche di posa e i materiali sono diversi, le più richieste sono:

  • Posa pavimento in legno esterno: la posa è facile, hanno una superficie ruvida antiscivolo e valorizzano lo spazio esterno della tua casa rendendolo accogliente
  • Posa pavimento esterno a secco: permette l’applicazione esterna su ghiaia, sabbia o erba senza l’utilizzo di massetti, malte o colle.
  • Posa pavimenti esterni in pietra: tra i materiali più apprezzati per la sua durevolezza
  • Posa pavimento esterno su cemento: molto veloci da posare e il risultato è ottimo sia sul piano estetico che su quello pratico

Fondamentale è scegliere pavimentazioni per esterni funzionali e durevoli.