Ideare casa
Home » Consigli per la casa » Quando il condominio è moroso

Quando il condominio è moroso

L’amministratore di condominio in quanto organo esecutivo della volonta condominiale ha il compito di attuare le deliberazioni assunte a maggioranza dai condomini (art. 1130 c.c.), i quali contribuiscono alle spese comuni in base ai rispettivi millesimi di proprieta (art. 1123 c.c.).

Cosa accade allora se uno o piu proprietari omettono il versamento delle spese condominiali? In passato gli amministratori, per far fronte alla carenza dei fondi necessari all’attuazione delle delibere (lavori sulle parti comuni ecc.) erano soliti ripartire il debito dei condomini morosi su tutti gli altri, sui presupposto che si trattasse di un’obbligazione solidale.

La Cassazione ha, pero, negato tale interpretazione, stabilendo che si tratta di obbligazioni parziarie, nel senso che ciascun condomino e tenuto a contribuire alle spese pro quota e mai oltre. Da ciò discende l’obbligo, per l’amministratore, di attivarsi in modo tempestivo per il recupero del credito nei confronti del condomino moroso, richiedendo all’autorita giudiziaria una ingiunzione (ossia un ordine) di pagamento immediatamente esecutiva (art. 63 disp. att. c.c.) e procedendo eventualmente, nei casi più gravi, all’espropriazione dell’immobile di proprieta del debitore.