Ideare casa

Progettare la Domotica

Progettare la domotica significa investire sul maggior comfort e sicurezza degli edifici, alla richiesta di risparmio ed efficienza energetica.

Progettare la domotica nella propria abitazione vuol dire investire sull’evoluzione tecnologica. L’insieme di tecnologie che si configurano sotto il nome di domotica rappresentano gli strumenti con cui poter rispondere a queste sfide. Oggi, chi si trova in fase di ristrutturazione o di realizzazione di un nuovo impianto può scegliere tra l’impianto elettrico tradizionale e l’impianto digitale o “domotico”.

Indipendentemente dalle funzioni quasi futuristiche che l’impianto domotico consente di implementare in un appartamento, indipendentemente dal comfort superiore che garantisce a tutti i livelli (gestione clima, luci, multimedialità, automazioni), a mio avviso c’è un motivo fondamentale per scegliere di realizzare un impianto domotico: la sicurezza.

Un impianto domotico è un impianto più sicuro perché lavora a bassissima tensione (24V invece dei classici 220V), perché è in grado di gestire l’energia utilizzata ed eliminare eventuali sovraccarichi, perché é in grado di proteggere le persone da intrusioni come nessun impianto tradizionale può fare, perché ci consente un controllo costante della nostra abitazione, perché utilizza soluzioni incentrate sul benessere.

Perché progettare la domotica nella propria casa?

Progettare la domotica
Progettare la domotica

Alla luce di tutti i vantaggi di un impianto domotico la domanda può essere solo una: perché non scegliere la domotica? E La risposta può essere solo una: il costo. Attualmente un impianto digitale costa ancora di più di un impianto elettrico tradizionale, ma, visto nel tempo, anche questo elemento negativo viene meno. La domotica infatti consente un risparmio energetico stimato, da aziende come la SIEMENS, in circa il 30% in meno all’anno (ed alcune aziende si sono spinte anche oltre).

La domotica abbatte incredibilmente i costi di conversione dell’impianto, visto che quasi tutte le modifiche successive possono avvenire semplicemente riprogrammando l’impianto, senza opere murarie e lavori. Un impianto domotico semplifica enormemente i cablaggi, il che si traduce in un beneficio economico tanto maggiore quanto maggiore è la complessità ed il numero di funzioni richieste.

L’impianto domotico è affidabile?

Infine un’ultima nota sull’affidabilità. Gli attuali componenti d’impianto vengono da un’esperienza nel settore industriale e terziario di oltre 20 anni. Molti componenti sono certificati e testati per un uso continuativo giornaliero per un tempo di 100 anni! Nessun componente attualmente in casa Vostra è stato sottoposto agli stessi controlli. In definitiva, un impianto correttamente installato e programmato, realizzato con componenti di qualità certificata, è totalmente affidabile.

tratta da un articolo di Luca Ricci
www.clichome.it

ilaria

Ciao, sono Ilaria e ho lanciato Ideare-Casa.com nel 2008 come un piccolo blog di interior design, dopo essere diventata mamma di una bellissima bambina. Ho aperto il blog per documentare la mia passione sul design, segnalare prodotti e raggiungere le persone che hanno la mia stessa passione per l'arredo di interni.