Ideare casa
Piastrelle: consigli per scegliere le ceramiche

Piastrelle: consigli per scegliere le ceramiche

Impasti diversi, cotture diverse… Ecco cosa devi sapere prima di scegliere le tue piastrelle. A terra o sul muro, le ceramiche non sono le stesse.

1. Il gres porcellanato

E’ un materiale molto resistente, sia al calpestio che alle macchie, anche grasse e oleose, e ai prodotti chimici. E’ adatto soprattutto per i pavimenti, anche all’esterno, ma va bene anche come rivestimento. Essendo estremamente da scalfire, diventa problematico nel caso si desideri forarlo per appendere un quadro o un gancio. Si ottiene da materie prime pregiate, pressate a secco e colorate nell’impasto, che viene cotto a una temperatura di almeno 1220°. Con il gres porcellanato si possono ottenere colori e finiture di ogni tipo, anche a effetto pietra, marmo oppure legno.

2. La biocottura

Si ottiene cuocendo in momenti diversi il supporto e lo smalto, ottenendo colori anche molto vivi e brillanti. E’ un materiale più delicato, da utilizzare soprattutto per i rivestimenti delle pareti. Il supporto è a pasta bianca (argille prive di ossidi di ferro), che consente di ottenere una buona resa cromatica.

3. La monocottura

Si ottiene cuocendo insieme il supporto in argilla (a pasta bianca o rossa) e lo smalto. La piastrella che si ottiene è abbastanza sottile e piuttosto resistente, adatta sia per pavimenti sia per rivestimenti.

ilaria

Ciao, sono Ilaria e ho lanciato Ideare-Casa.com nel 2008 come un piccolo blog di interior design, dopo essere diventata mamma di una bellissima bambina. Ho aperto il blog per documentare la mia passione sul design, segnalare prodotti e raggiungere le persone che hanno la mia stessa passione per l'arredo di interni.