Ideare casa
Home » Come arredare un soggiorno » Librerie » Perché chiamarla ancora libreria

Perché chiamarla ancora libreria

Non è certo più quel semplice mobile pensato per ospitare i libri ma è ormai divenuto un vero e proprio elemento di design con cui definire in modo nuovo gli ambienti della casa ed esporre davvero di tutto.

Il design delle librerie moderne arricchisce con linee delicate e sobrie la zona giorno di qualsiasi casa. Sempre più aziende dedicano grande attenzione alla produzione di librerie moderne. Ampio spazio alle idee e fioccano i modelli proposti dai designer di grande fama. Ampio anche lo sforzo creativo dei giovani designer di tendenza nel confezionare e proporre nuove idee di librerie di design adatti allo stile moderno dell’abitare.

Una libreria, anche se non è soltanto un mobile che contiene e mostra libri, deve comunque rispondere a solidi criteri di robustezza e funzionalità, doti queste che non interessano solo i grandi lettori, o coloro che amano conservare in casa tutti i libri letti che hanno accompagnato la vita, dall’infanzia alla maturità, ma anche a chi in questo complemento d’arredo vede un elemento che contribuisce a manifestare la propria personalità, o comunque la personalità che alla casa si vuole dare.

Una volta la libreria era trascurata dal mondo della creatività, ed era davvero difficile trovare qualcosa di diverso da una scaffalatura evoluta. Oggi il mercato è invece letteralmente invaso da migliaia di proposte, un campo, quello della progettazione e realizzazione di librerie, dove si cimentano sia i grandi architetti che i giovani designer, e non è certo ormai arduo trovare librerie davvero innovative per non dire “rivoluzionarie”. E questo non solo nelle forme, ma anche nei materiali, nei colori. un mondo di librerie costruite con i più incredibili e svariati materiali. Non si abbandona certo la classicità del legno, la flessibilità del metallo, la concreta trasparenza del vetro, l’ecletticità dei polimeri plastici, ma si stanno affermando soluzioni che una volta erano riservate alla sperimentazione, come per esempio le proposte di Carton Styl, una azienda francese che sta conquistando in tutta Europa i veri praticanti dell’ecologia, con i suoi mobili realizzati in cartone riciclato compresso.

Foto di librerie di Carton Styl

Sbagliate a pensare che siano fragili ed effimeri, toccare per credere… Ma al di là dei materiali, la creatività dei designer contemporanei esplode nella ricerca di nuove forme, in una continua sfida alla legge di gravità. Non mancano proposte molto stravaganti, ma queste al momento, preferiamo non affrontarle, quello che ci interessa proporre sono invece soluzioni adatte ad ogni casa, non solo classiche, ma decisamente orientate prima di tutto alla funzionalità. E la funzionalità delle librerie è senza dubbio almeno duplice. Non esiste infatti soluzione migliore che scegliere la giusta libreria per separare gli ambienti e creare nuovi spazi nella casa. Una separazione che può certo essere netta ma anche solamente accennata, grazie alle innumerevoli trasparenze ed ai giochi di luce che regalano le librerie quando vengono allestite con gusto.

Infatti oltre a separare le librerie permettono di esporre non solo libri ma anche un mondo di oggetti. Un mondo che deve essere ordinato secondo la sensibilità del padrone di casa, che non deve mai diventare un bazar, ma essere una velata, ma non celata, rappresentazione della personalità e del vissuto di chi abita la casa. I souvenir, se sono pochi e belli, lasciano trasparire la memoria dei viaggi intrapresi, e sempre di memoria parleranno le immagini rigorosamente accolte da portafotografie con colori in sintonia con l’arredo, e la libreria è anche il posto giusto per le moderne “photo frame”, che possono agevolmente essere posizionate proprio nella libreria avendo cura di nascondere alla vista i cavi che le alimentano.

Lampade e sculture completeranno l’atmosfera e naturalmente, un mondo di libri. Non è
certo obbligatorio, ma è decisamente meglio se nella libreria siano ospitati solamente i libri che avete letto e quelli che leggerete presto. Il tutto sarà così ancora più vero, ed anche questo angolo della casa rifletterà, profondamente, l’anima di chi la abita.