Parchi a Dallas e Tampa, il verde al centro

Parchi a Dallas e Tampa, il verde al centro

I due interventi firmati da Thomas Balsey associates riportano nel cuore delle città americane la vita degli spazi aperti europei. Creando nuovi elementi catalizzatori.

L’Occidente, nel senso di America ed Europa, e diviso dall’Oceano Atlantico come da uno specchio, il cui riflesso spesso non col lima perfettamente, ma sembra agire da scambiatore a tempi inversi. Corsi e ricorsi della storia recente sono a dimostrarlo negli ambiti della politica, dell’economia e dell’etica sociale.

Se l’America cambia per adottare qualcosa di europeo, l’ Europa protende ancora verso un modello americano non più esistente. Il sistema dei vasi comunicanti nell’ epoca della globalizzazione sembra non funzionare. Lo si nota anche in architettura. Se in Europa si procede ancora sulla via della trasformazione delle centralità in nuovi downtown dedicati al terziario e al commercio, in America si cerca di portare in centro la vitalità degli spazi aperti che hanno contraddistinto da sempre le città europee. Ecco due esempi riusciti di questa nuova politica dello spazio pubblico statunitense progettati da Thomas Balsey associates, studio di architettura del paesaggio noto a livello internazionale che da piu di 35 anni opera a New York, dove ha realizzato oltre cento spazi pubblici.

Dallas: Main Street Garden

Il nuovo Main Street Garden di Dallas e il primo parco pubblico inserito lungo l’asse principale della città texana, coinvolta da un imponente piano di rivitalizzazione del suo centro, finora dedicate al commercio e costellato di grattacieli.

Il progetto di Balsey, scelto tramite un concorso a inviti, costituisce con i suoi 8 mila metri quadrati il primo polmone verde inserito nel downtown di Dallas, uno spazio votato alla socializzazione in una città che cambia. E che ha deciso di ricostruire il suo tessuto a partire dall’integrazione di nuove unita residenziali, che prenderanno il posto degli uffici. Il disegno del parco e contemporaneo e produce uno scarto voluto con le architetture che lo circondano, fra cui il Municipio di Dallas.

Al linguaggio aulico degli anni Sessanta Balsey risponde con linee minimali e ambienti che, come stanze, danno vita a una collana di possibili attività dedicate ai nuovi residenti, agli studenti e agli impiegati. Intorno al grande spiazzo verde si raccolgono aree di seduta, veri e propri ambienti all’aria aperta in cui fermarsi a studiare, giochi d’acqua, spazi civici e piccole infrastrutture capaci di ospitare eventi. Il tutto insieme con due serie contrapposte di giardini lineari, le cui tonalità variano al cambiare delle stagioni. Un giardino pubblico come catalizzatore per una nuova socialità urbana.

Tampa: Curtis Hixon Park

A Tampa, in Florida, lo studio Thomas Balsey associates, risultato vincitore del concorso, ha completato il nuovo Curtis Hixon Park, grande parco pubblico che, prendendo il posto di un vecchio museo e del suo parcheggio, ha permesso di riconnettere questa parte della città con le rive del fiume Hillsborough, creando un nuovo waterfront. Con una superficie di 3,6 ettari, il parco e un grande tappeto verde che si raccorda con il nuovo Museo d’arte di Tampa, progettato da Stanley Saitowitz, e al Glazier Children’s Museum, dando vita a luoghi di ampio respiro e a piccoli ambienti all’interno di vari giochi.

Basley e convinto – e il tempo gli sta dando ragione – che i parchi sono l’ultimo elemento di democrazia operabile nel contesto cittadino e il Curtis Hixon Park, dove tutte le età e le tipologie di utenza sono state considerate, ne è un esempio. Ampi prati terrazzati scendono verso meridione trasformandosi prima in giardini, quindi in un parco lineare dove trovano spazio vari padiglioni che ospitano caffetterie, bagni e un centro visitatori. Altrove giochi d’acqua e nebulizzatori creano ambienti dedicati ai più piccoli, mentre per i più grandi sono state pensate aree pic-nic e di contemplazione. La lista delle attività supportate dal nuovo parco e praticamente infinita e accontenta tutte le classi sociali e le età, rendendo il Curtis Hixon Park un progetto di successo, frequentato di giorno e la notte, quando viene illuminata da una costellazione di luci a led.