Ideare casa
Home » Consigli per la casa » Nascondere prese e fili

Nascondere prese e fili

La presenza di molti apparecchi sul mobile del soggiorno pone il problema di far passare un numero considerevole di cavi: quelli della tv, dell’antenna, del lettore dvd ed eventualmente anche del decoder, se non è già integrato nel televisore.

In genere si utilizza un foro passacavi nella schiena del mobile, in corrispondenza dello spazio predisposto per la tv: qui vengono fatti passare tutti i cavi che rimangono così nascosti nel retro del mobile dove devono già essere state previste le prese. Il foro viene di solito coperto con un copriforo in plastica dotato di alette a scomparsa che si chiudono per bloccare i cavi nella posizione desiderata.

Altri sistemi per convogliare i cavi

I cavi vengono di norma convogliati nelle prese tramite canaline in alluminio poste sempre nel retro del mobile. In alternativa, alcune aziende propongono barre elettrificate da applicare nella schiena del mobile oppure nella base del vano portatelevisore. Di solito, si tratta di elementi dotati di varie prese: una bipasso 10/16, così detta perché è possibile inserirvi le due spine più comuni, da 10 e da 16 ampère, una presa coassiale tv per l’antenna, una presa per il telefono.

Molto spesso è possibile personalizzare queste barre aggiungendo altre prese che servono. Se si preferisce appendere il televisore a parete, si può optare per una soluzione con boiserie. Esistono, infatti, anche pannelli elettrificabili, predisposti con il foto passacavi, ai quali agganciare il televisore, sempre dopo aver verificato la portata dello schienale.

Quando serve la dichiarazione di conformità

Nel caso di mobili elettrificati, cioè all’interno dei quali siano presenti impianti elettrici, occorre verificare che siano dotati di libretto con lo schema dell’elettrificazione e delle caratteristiche elettroniche e impiantistiche dei componenti. Bisogna rilasciare la certificazione che gli impianti all’interno del mobile sono stati realizzati a regola d’arte e che sono conformi alle norme CEI.