Manuntenzione di una cucina a gas

Ogni intervento di installazione e di manuntenzione deve essere compiuto da installatori abilitari. Dopo ogni operazione, anche parziale, relativa all’impianto del gas, deve essere eseguita una verifica dell’efficienza dei sistemi di ventilazione e il corretto funzionamento del tiraggio per lo scarico dei fumi.

E’ importante controllare spesso lo stato di conservazione del tubo flessibile di gomma, che collega i piani di cottura al tubo dell’impianto generale del gas. Tale tubo deve essere marcato UNI-CIG e deve riportare inoltre nome e sigla del fabbricante, anno limite d’impiego, misura del diametro interno.

In presenza di screpolature sarà necessario sostituirlo quanto prima. In ogni caso, va cambiato almeno ogni cinque anni.

Una combustione migliore e sicura

Per la sicurezza del piano cottura a gas è necessario pulire spesso spargifiamma e bruciatori. Se ostruiti, questi ultmi possono infatti compromettere la combustione e dare luogo alla formazione di monossido di carbonio. Almeno 3 volte all’anno effettuare una pulizia approfondita, rimuovendo le griglie e le teste dei bruciatori. Evitare però di introdurre liquidi e detersivi al di sotto del piano cottura.

Per il corretto funzionamento delle valvole di sicurezza anche le termocoppie poste sui bruciatori devono rimanere sempre libere da incrostazioni. Utilizzare uno straccio umido e, se necessario, rimuovere residui di sporco con una spugna.

Per approfondire l’argomento vi segnaliamo un articolo sull’installazione della cucina.

Ciao, sono Ilaria e ho lanciato Ideare-Casa.com nel 2008 come un piccolo blog di interior design, dopo essere diventata mamma di una bellissima bambina. Ho aperto il blog per documentare la mia passione sul design, segnalare prodotti e raggiungere le persone che hanno la mia stessa passione per l'arredo di interni.