Connect with us

Case in città

Luce a oriente

Progettata nella città di Yokohama dagli architetti Fumiaki Nagashima e Mami Maruoka Nagashima (MoNo), Casa Hanasaki è una delle due opere premiate nell’edizione 2007 del concorso internazionale “Daylight Spaces – TIA Scholarship Award”. La residenza, che “sorge su un lotto d’angolo, circondato da strade a est e a sud… in un’area densamente edificata”, rappresenta in primo luogo la risposta all’esigenza di dare respiro a un sito di soli 56 metri quadrati.

La costruzione si sviluppa su cinque livelli sfalsati, con una serie di transizioni che, da una quota all’altra, attraverso aperture e fessure di luce, tracciano i percorsi di collegamento: gli ambienti interni “oltre alle normali funzioni di una abitazione, includono anche uno studio e una galleria, in cui il proprietario può pienamente dedicarsi ai propri passatempi preferiti…” .

La necessità di rafforzare l’involucro protettivo della privacy, in assenza di uno spazio-filtro esterno, traduce in termini di visione il rapporto con la realtà urbana circostante. Finestre e lucernai offrono squarci di panorama, contribuendo a dilatare ulteriormente la dimensione abitativa.

In quanto vincitori di “Daylight Spaces” – per l’impiego della luce nella definizione degli spazi, l’approccio sostenibile e la risposta alle esigenze del committente (donau-uni.ac.at) – gli autori di Casa Hanasaki sono stati ospiti presso l’Università Danubiana, che organizza il concorso insieme alla rete di architetti ORTE, nell’ambito del programma “Artist in Residence Krems”. L’esperienza si è concretizzata nella mostra Light and Atmosphere in the Japanese way in Austria 2009, con un’installazione per celebrare i 140 anni di amicizia tra Austria e Giappone.

Immagini (da dailytonic.com)

Daylight Spaces “hanasaky-house” (filmato da youtube.com)

Light and Atmosphere in the Japanese way in Austria 2009 (filmato da youtube.com)

Continue Reading
You may also like...

More in Case in città

To Top