Ideare casa

Librerie: per tutti i tipi di soggiorno

Per arredare il soggiorno si possono scegliere librerie a spalla, tra ci le classifiche librerie con fianchi e ripiani, o soluzioni con mensole e montanti verticali di metallo, agganciati a soffitto e pavimento oppure alla parete.

Ci sono poi le composizioni che accostano elementi spospesi, chiusi e a giorno, a mobili bassi che servono anche come piani d’appoggio, oppure i sistemi a boiserie, dove contenitori e mensole vengono agganciati a panneli predisposti. Anche in questo altro post troverete tantissime foto e idee per acquistare una libreria.

Librerie ben suddivisi

Libreria “Pari & dispari” di Presotto

Nei sistemi modulari di grandi dimensioni, anche ad angolo, l’alternanza di ripiani e vani chiusi crea un gradevole effetto estetico. Così come l’accostamento di finiture diverse, opache e lucide o colorate, in constrasto con il resto della struttura.

I nuovi sistemi permettono composizioni su misura, dove è possibile scegliere sia forma e dimensioni dei moduli sia il modo di comporli a parete. Dipende dalle esigenze: mensole per lasciare a vista oggetti o libri, vani chiusi se invece il problema è avere spazio per contenere.

Libreria anche con l’angolo studio

Libreria Metodo Wall 117 di Compas

Nei programmi a spalla la struttura prevede un ripiano di base e uno di testa, agganciati ai fianchi laterali; a questi è fissato anche un piano intermedio, che garantisce maggiore stabilità. In ogni caso, soprattutto quando la composizione è di ampie proporzioni, sono sempre da prevedere punti di ancoraggio supplementare.

Strutture autoportanti

Libreria “Net” di Lago

Sono quelle che non hanno bisogno di essere agganciate alla parete per sostenersi. Si possono sistemare anche in posizione centrae o utilizzare come divisori. Se hanno la struttura con montanti possono essere anche a tutta altezza. Qui un’altra libreria Lago molto originale.

Un posto per la tv

Libreria di Doc Mobili

Mensole, pedane o panche sono le soluzioni più utilizzate per appoggiare le apparecchiature audio e video. Le composizioni sono in genere già predisposte per i collegamenti elettrici e per il cavo dell’antenna.

Le misure standard

Le composizioni hanno larghezze modulari che consentono di adattare a ogni parete, mentre in altezza è consigliabile che siano proporzionate alle dimensioni dell’ambiente. La profondità degli elementi diversi l’effetto è di maggiore dinamicità.

La larghezza

Quando i libri da sistemare sono molti c’è bisogno di moduli da 45 e 60 cm, così i ripiani possono essere caricati anche con pesi notevoli. Gli elementi con dimensione frontale di 90 e 120 cm sono invece adatti soprattutto per esporre oggetti, ma vengono ridotte a 30 cm o estese fino a 150 cm.

L’altezza

I ripiani possono essere regolabili con sostegni che si spostano o blocchetti sul retro dei montanti che consentono di fissarli. Quasi sempre nei programmi a spalla si ha una distanza prefissata di 32 o 35 cm per la posizione dei piani. Per offrire maggiore flessibilità alle composizioni, in molti casi gli elementi verticali in legno hanno, alle altezze stabiliste per i sostegni dei ripiani, tre fori anziché uno.

Lo spessore

Dipende dal materiale: gli elementi metallici possono avere profili molto sottili, mentre per una spalla di agglomerato ligneo è bene che la dimensione non sia inferiore a 20-22 cm.

La profondità

Le librerie a fianco piano hanno quasi sempre una dimensione di 45 cm, ma possono eventualmente prevedere un elemento a corpo sporgente. Nelle composizioni più articolate la profondità varia invece a seconda della posizione: i contenitori bassi misurano circa 60 cm, i pensili sono in genere profondi 36 e 38 cm.

ilaria

Ciao, sono Ilaria e ho lanciato Ideare-Casa.com nel 2008 come un piccolo blog di interior design, dopo essere diventata mamma di una bellissima bambina. Ho aperto il blog per documentare la mia passione sul design, segnalare prodotti e raggiungere le persone che hanno la mia stessa passione per l'arredo di interni.