Ideare casa
Lavatrice: consigli di manuntenzione

Lavatrice: consigli di manuntenzione

Filtro e cassetto dei detersivi i punti critici. Ma il vero nemico resta il calcare. Una cura regolare della propria lavatrice è indispensabile affinché sia sempre efficiente, lavi al meglio tutti i capi e duri decisamente più a lungo. Ecco le operazioni da svolgere periodicamente e i consigli di manutenzione degli esperti.

Lunga vita alla lavatrice

  1. Punto critico è il cassetto dei detersivi, perché vi si accumulano residui delle polveri di lavaggio e dell’ammorbidente, il che incide anche sulla qualità dei risultati. “Per eliminare i vari residui”, consigliano gli esperti di Brianservice, centro di assistenza tecnica Miele, “è necessario estrarre il cassetto dalla propria sede e lavarlo con acqua calda. Anche il vano del cassetto va pulito con uno scovolino perché i residui possono depositarsi anche lì”.
  2. Anche il filtro va controllato con regolarità, soprattutto se la lavabianchieria non scarica o centrifuga bene, o fa rumori strani durante lo scarico. Infatti fili, pelucchi e piccoli residui di sporcizia possono ostruirlo e intasare lo scarico dell’acqua. Per pulire il filtro basta estrarlo e lavarlo sotto l’acqua corrente. E’ bene però evitare di mettere in lavatrice capi con bottoni allentati o fili strappati. E ricordarsi di svuotare le tasche.
  3. Dopo ogni lavaggio è consigliabile lasciare aperto l’oblò, per evitare la formazione di muffa e cattivi odori e prevenire anche il deterioramento della guarnizione. Anche quest’ultima va controllata: tavolta un fermaglio o un bottone si insinuano nella piega della gomma danneggiandola o intasando successivamente la pompa di scarico.
  4. Anche al cestello va dedicata qualche attenzione. “Oggi si tende a lavare a temperature basse”, osserva Brianservice, “così all’interno del cestello si possono sviluppare dei germi. Per evitare il problema è consigliabile fare una volta al mese un lavaggio ad almeno 60 gradi con bianchieria oppure anche a vuoto, e senza centrifuga, aggiungendo in questo caso solo il 40% del detersivo abitualmente impiegato”.

Anticalcare più aceto

Depositandosi sulla resistenza elettrica, il calcare fa aumentare i consumi di energia e riduce l’efficacia del lavaggio. Oltre all’uso regolare di specifici prodotti anticalcare (in pastiglie, polvere o gel, tipo Calfort), “sono sempre validi i sistemi di una volta”, spiega Mirco Nardini, responsabile supporto tecnico di Electrolux Service. “A ogni lavaggio mettete un cucchiaino di bicarbonato nel cassetto del detersivo; ogni tanto fare un lavaggio a vuoto usando aceto”. Il calcare può intasare anche il filtro che protegge la valvola di afflusso dell’acqua, che si trova nel rubinetto di alimentazione. Ogni sei mesi circa va pulito. “Una volta chiuso il rubinetto, svitate il tubo dell’acqua dal rubinetto stesso e pulite il filtro con uno spazzolino. Poi rimontate nell’ordine inverso, avvitando bene il tubo per evitare fuoriuscite d’acqua.”

ilaria

Ciao, sono Ilaria e ho lanciato Ideare-Casa.com nel 2008 come un piccolo blog di interior design, dopo essere diventata mamma di una bellissima bambina. Ho aperto il blog per documentare la mia passione sul design, segnalare prodotti e raggiungere le persone che hanno la mia stessa passione per l'arredo di interni.