L’arte del mosaico dell’aziende italiane: Megaron, Sicis e Lithos

Se la suggestione di un gusto scenografico molto spesso si manifesta nel rigore di una geometria, nel caso del mosaico accade l’opposto. Tessere, frammenti di superfici di pregio di diversa natura e colore come vetro e cono vengono abbinati a oro, argento e pietre per portare alla luce tutta la poesia di un’arte inconfondibile che resiste allo scorrere dei secoli.

Ne sono un esempio le immagini proposte nel post dove dai dettagli emerge in maniera quasi lapalissiana l’origine del termine mosaico che viene dall’arabo “muzauwaq” decorazione o dal greco “musaikov”, opera degna delle muse, nel latino “opus musivum”. Lithos è l’azienda che propone la collezione Damasco nei due colori botticino e marron emperador lucido. I formati sono cm 54,5×76,5. Accanto, la collezione Anthology, con cui l’azienda Megaron gioca sui diversi toni di colore.

In alto un esempio firmato Sicis dedicato alle tonalità del bianco: è la serie Classic Marble Collection, il cui disegno si rifa ai motivi orientali.

Il pavimento del bagno in alto è un prodotto Sicis, della collezione Classic Grey e Classic White. Si tratta di decori in vetro di grande formato (cm 60×60) tagliati con tecnologia laser. Quest’ultimi sono autentici pezzi dal glamour regale e prestigioso, capaci di dare alla superficie pavimentale un tocco di unicità assoluta. La vasca è realizzata con tessere in vetro del mosaico Glass. sempre di Sicis. Il bianco, colore tipico delle atmosfere moresche, è capace di assolvere a quella che potremmo definire “una grammatica della creatività”. Il mosaico, come è possibile vedere anche nei dettagli che illustrano le diverse geometrie del disegno, può assecondare qualsiasi esigenza stilistica e di praticità. A completare la panoramica sulle tonalità del bianco.

Megaron propone alcuni esempi in diversi formati tra cui le collezioni Textum, Nexus, Reticulatum, Nodus e Ventagli. A destra. Trend, con la collezione Naturai, riesce a spezzare la dinamica del chiaro, pennellando qua e là con colori tra verde e azzurro, come un candido cielo stellato e floreale al tempo stesso, dove le microtessere realizzano una gradevole e affascinante creatività.

Ciao, sono Ilaria e ho lanciato Ideare-Casa.com nel 2008 come un piccolo blog di interior design, dopo essere diventata mamma di una bellissima bambina. Ho aperto il blog per documentare la mia passione sul design, segnalare prodotti e raggiungere le persone che hanno la mia stessa passione per l'arredo di interni.