La casa accessibile del nuovo millennio

La casa accessibile del nuovo millennio

Accessibilità a 360 gradi

Oggi vogliamo parlarvi di un tema molto interessante che riguarda il concetto di abitare.

Negli ultimi anni si è fatta sempre più preponderante nella nostra società la sensibilità verso il benessere delle persone a 360 gradi ad ogni età e quali che siano le condizioni di salute degli individui. Un tempo condizioni come l’invecchiamento o come la disabilità o la difficoltà motoria venivano visti come eventi ineluttabili e, al massimo, si cercava di fare il minimo indispensabile per consentire a queste persone di vivere un po’ meglio, in una società che comunque non era strutturata in modo ideale per far capo alle loro esigenze.

Oggi, sempre di più, la persona viene di nuovo messa al centro con i propri bisogni, aspirazioni, desiderio di benessere, e questo cambio di mentalità si sta riflettendo in modo significativo su tanti aspetti, modificando il modo in cui progettiamo e strutturiamo le infrastrutture e gli spazi pubblici e privati.

Cosa offre il mercato oggi

Il mercato delle soluzioni per l’accessibilità e la mobilità delle persone anziane e disabili si è evoluto in maniera importante negli ultimi decenni, con la creazione e la commercializzazione di una serie sempre maggiore e sempre più perfezionata di ausili di ogni tipo volti a supportare la mobilità, l’autonomia e, in ultima analisi, il benessere globale delle persone con problemi di mobilità.

Proprio da questo settore è nato e si è diffuso sempre di più il concetto nuovo di “casa accessibile”, un termine che può sembrare semplice ma che in realtà nasconde al suo interno proprio una vera “filosofia”.

Per anni infatti queste aziende hanno realizzato prodotti specifici per le diverse necessità delle persone anziane e con disabilità: gli ormai noti “montascale”, le piattaforme elevatrici, le vasche con porta, gli scooter elettrici, i sollevatori e chi più ne ha più ne metta. Molte aziende, la maggior parte per la verità, si specializzavano su uno o due al massimo di questi prodotti, e rispondevano quindi a esigenze molto specifiche e settoriali.

Negli ultimi tempi però in Italia alcuni attori del settore hanno iniziato a chiedersi se non fosse più opportuno accantonare per un attimo il prodotto e mettere invece al centro la persona, con i suoi bisogni a 360 gradi, e partendo dalla persona costruire intorno a lei un “microcosmo” di benessere, una sorta di ambiente ideale pensato e costruito per venire incontro ai suoi bisogni.

In particolare, il microcosmo per eccellenza di ciascuno di noi è proprio senza dubbio LA CASA.

Ecco che è quindi nato il concetto di “casa accessibile”, con una visione d’insieme e non più focalizzata sulla vendita di singoli prodotti per singole problematiche. Nel nostro Paese uno dei capostipiti di questa “rivoluzione” è stata la nota azienda Centaurus Rete Italia, fra le prime a parlare di soluzioni in senso più ampio per l’accessibilità di tutta la casa, e poi ben presto da sempre più aziende e da sempre più designer, architetti, progettisti.

Cos’è in concreto la casa accessibile?

La casa accessibile è in buona sostanza una casa che può essere abitata e vissuta da una persona anziana o disabile o, comunque sia, con problematiche di mobilità, in modo efficace, piacevole e confortevole, senza rinunciare alle proprie autonomie e alla praticità del muoversi che normalmente diamo per scontata ma che per una persona con queste problematiche può celare parecchie insidie.

Ogni ambiente della casa accessibile è pensato in modo da non presentare ostacoli per la persona disabile e, al contrario, presenta tutte le opportune agevolazioni che grazie alla tecnica e al progresso possiamo oggi avere. Muoversi, spostarsi, comunicare, interagire con l’ambiente, tutto diventa più semplice e la persona non si sente più limitata nella propria quotidianità.

Possiamo trovare ad esempio la cucina accessibile perfettamente studiata per l’uso da parte di una persona in sedia a rotelle, il bagno accessibile grazie a cui la persona può ritrovare la propria autonomia anche nei momenti più intimi, le soluzioni per muoversi agevolmente da un piano all’altro della casa, la camera accessibile, le soluzioni per l’esterno, per il giardino, per la piscina e così via. Oggi la gamma di soluzioni disponibili è sempre maggiore ed è in continua evoluzione, anche grazie alla presenza di numerose aziende sul mercato che generano una concorrenza positiva.

Ricordiamo infine che per molti ausili destinati alle persone disabili sono presenti importanti incentivi fiscali: https://www.ilsole24ore.com/art/nella-legge-bilancio-bonus-abbattere-barriere-architettoniche-AEzPH30