Ideare casa
Home » News sulla casa » Kiki vn Eijk, una promessa del design contemporaneo

Kiki vn Eijk, una promessa del design contemporaneo

Le creazioni di Kiki vn Eijk, giovane promessa della scuola olandese, sono oggetti d’uso quotidiano sui quali si stratificano storie, materiali, disegni.

Colleziona forbici, mania curiosa. Ne possiede migliaia, di tutte le forme e le dimensioni. Kiki van Eijk le tiene appese a una parete del suo studio a Eindhoven, una vecchia officina industriale di mille metri quadrati con grandi finestre dove lavora gomito a gomito con il compagno Joost  van Bleiswijk. Alcune puntate e affusolate, alcune più goffe e ridicole, quelle cesoie sono antiche e il loro metallo è brunito dal tempo. Lì, accanto, altre collezioni: scatole da cucito, timbri, bottoni, tazze e teiere in gran quantità. Kiki van Eijk raccoglie oggetti quotidiani dall’eleganza semplice e familiare.

Non mi ispiro ai maestri del design, cerco oggetti che raccontino una storia lontana, che conservino lo spirito del tempo. E disegno, continuamente. Passo ore nel mio giardino, schizzo le erbe, i fiori e le verdure che mi circondano. Quei disegni, prima o poi diventano i decori di una tovaglia o i motivi di un tappeto, un piatto, una lampada, una sedia a dondolo, un separé, un mobile, un paio di orecchini… Ogni mio progetto è una stratificazione di storie, di materiali, di forme, di segni. Li realizzo sempre con la massima attenzione alla qualità, grazie a piccole imprese nei dintorni, dove esistono importanti tradizioni di artigianato locale di tessuti, di ceramiche, di legno“.

Kiki è una delle giovani promesse di quella scuola olandese che ha la sua base all’Accademia di Eindhoven, e che sta ridisegnando le regole del design contemporaneo. Forme inusuali, silenziose e poetiche, aprono uno spiraglio nell’immaginario di chi se ne circonda, senza eccessi ma con una vena surreale. In una parola, antimonumentale.

Così, come per i suoi colleghi connazionali, anche per lei i progetti nascono da un incontro casuale con oggetti, storie o materiali curiosi. Come in un viaggio all’indietro nel tempo.

Ecco alcuni oggetti disegnati da Kiki: