Ideare casa
Home » Architettura ed Interior » Urbanistica » Un edificio di 45 piani occupato abusivamente da 3000 persone

Un edificio di 45 piani occupato abusivamente da 3000 persone

A Caracas esiste un enorme palazzo abbandonato che offre un straordinario caso di riuso urbano spontaneo. Una struttura composta da 45 piani nel centro di Caracas che è stata occupata a tutti gli effetti da circa 3000 persone.

Gli architetti di Urban-Think Tank e il fotografo Iwan Bann hanno deciso di documentare questo caso di studio dopo il collasso economico della metà degli anni ’90 in Venezuela.

Ci sono alcune controversie sulla loro mostra alla Biennale di Architettura di Venezia – i critici sostengono che questo documentario legittima comportamenti scorretti o implica che il miglior esempio di architettura locale è una rovina glorificata.

In realtà il documentario, oltre voler essere una provocazione, è un caso di studio importantissimo per capire vari aspetti di questa occupazione di massa: 1) la povertà che dilaga in tutto il sud america 2) gli adattamenti architettonici informali e improvvisati 3) su come vengono rivisti gli edifici quando occupati in maniera abusiva e spontanea.

Campi da basket, sale di allenamento, impianti di produzione, aree di culto e gli spazi della comunità riescono ad adattarsi organicamente, dettata dal naturale processo di bisogni umani e di trattative comuni intorno ad esse. Non vi è, naturalmente, un lato oscuro a tutti questi aspetti: la mancanza di sicurezza e protezione sia strutturalmente e socialmente – è necessario guardare al di là delle immagini colorate per vedere la scala di grigi sulla realtà della situazione.