Connect with us

Il progetto “Camera Chiara” pensato dallo studio di architettura Internazionale

Designer

Il progetto “Camera Chiara” pensato dallo studio di architettura Internazionale

unnamed

Camera Chiara e il Progetto Presentato Dallo Studio di Architettura Internazionale Annabel Karim Kassar Architects, un’installazione Pensata per la nuova mostra INTERNI “ENERGY FOR CREATIVITÀ”, Uno degli Appuntamenti imprenscindibili Della Design Week milanese. L’INSTALLAZIONE, allestita NEGLI Esclusivi Spazi dell’Università degli Studi di Milano, all’interno del Cortile 700, interagisce e da origine a Molteplici Prospettive grazie ad Una composizione di causa padiglioni la cui struttura e realizzata con un’anima una finitura in acciaio nero grezzo, Silla which Sono Montate ruvide assi di legno scurito.

unnamed-1

Le due Strutture di una forma telescopica, chiamate Liwan e Camera Chiara, Sono poste l’Una di Fronte all’altra al centro dello spazio, Davanti alle arcate disposte su due Piani Che chiudono la corte, in Un parallelismo con la forma del Loro Perimetro composto da 8 degradanti Cornici. Le Strutture, Che possono InOLTRE Essere riutilizzate e ri-assemblate in EVENTUALI Altre Sedi, con Una forma a gradoni invitano i Visitatori ad interagirvi, per film Guardare, sedersi, riposarsi ea dialogare.
Il padiglione Liwan E Realizzato con Elementi in limo argilloso rossastro, la cosiddetta terra cruda ecologica lavorata a mano e applicata in spessore su 1,2 metri, su Una Lunghezza di 6 metri e Una larghezza di 3.
E ‘Illuminato all’esterno da 125 metri lineari di LED Che, montati dentro Una Struttura di metallo, proiettano Una sorta di bagliore lunare Sulle assi di legno scurito della SUA struttura esterna, simile ad Una pelle.
Il Liwan, appunto, rappresenta l’interno di Una casa Libanese: parte di salotto ONU con arredi Quali divano Un, Due sedie, Una raffinata toilette in mosaico, ONU vecchio Televisore Che Proietta una intermittenza film Un Che riproduce simultaneamente i Rumori della strada e ONU vecchio fonografo Che riproduce musica tradizionale orientale, recuperata Dalla collezione della Fondazione per l’Archiviazione e la Ricerca dellla Musica Araba (AMAR). Dunque in Pratica Un ambiente particolarmente rumoroso.

unnamed-2

Opposto a this Il più silenzioso padiglione said Camera Chiara, il cui pavimento a gradoni ë ricoperto una terra da 40 materassi in cotone blu, realizzati nel Tempo Secondo la Tradizione artigianale della città di Tripoli in Libano, e Sulle Pareti verticali da luci a parete, le Splashing del marchio CAI, Che Danno vita ad Gioco delle Nazioni Unite di luci. Nel Liwan al contrario, le luci calde rivelano l’interno di Una casa, ONU Salotto di Beirut, Quasi come se si trattasse del set di un’opera teatrale.
Diamante Tabella di Annabel Karim Kassar (tavolo esagonale rivestito di specchi in resina acrilica, set di 4 pezzi)
inoltre dentro entrambi i padiglioni Sono proiettati ALCUNI pellicola libanesi Che raccontano storie di Uomini, di Processi e di artigianato: il film ‘Lignes’ di Firenze Strauss (2015) racconta la storia del Processo di realizzazione dei materassi di cotone a Tripoli, delle luci Stocking un marchio CAI e di Altri prodotti; “I Figli di Uzaï, AntiNarcissus” di Mireille Kassar (2014), presentato al Forum della Berlinale Recente espansa 2015, e Stato acquisito dal Centre National d’Art et de Culture Georges Pompidou di Parigi, e Infine il capolavoro “Beyrouth ya Beyrouth di Maroun Bagdadi (1975).

Lo Studio di Architettura Internazionale Annabel Karim Kassar ha Oggi Sedi a Beirut, Dubai (studio Annaka Fzco) ea Londra. La prima sede fu aperta a Parigi e successivamente a Beirut Nel 1994.
Oggi AKK Lavora su Importanti progetti Architettonici in Libano, Emirati Arabi Uniti NEGLI ea Londra.
Per Quanto riguarda i progetti in Libano e Stato recentemente inaugurato il souk Entertainment Center (co-vincitore del concorso sul Beirut Souks con V & P), un’iconica Costruzione che fa altera parte del nuovo souk Nel Centro città e Che raggruppa Complesso delle Nazioni Unite di 14 vendita Cinematografiche , ONU megastore e ALCUNI Ristoranti. A Dubai e Stato da poco ultimato il nuovo ristorante Almaz by Momo, aperto all’interno di Una grande zona urbana Chiamata “The Beach” un Jumeirah (UAE). Sempre NEGLI Emirati Arabi Uniti lo Studio e impegnato Oggi Nella Seconda Fase del Progetto Al Zorah Pavillion (vincitore del premio Nel 2014 German Design Award Iconic Consiglio) ad Ajman, colomba e Stato progettato also ONU Golf Club che fa altera parte di ONU nuovo Sviluppo della città Insieme ad futuro dell’ONU Yacht Club.

Continue Reading
You may also like...

More in Designer

To Top