Ideare casa
Il galuchat

Il galuchat

Pelle di razza e di squalo per i mobili più preziosi del mondo. Nei momenti in cui non era occupata in affari d’alcova Madame de Pompadour patrocinava artisti, uomini di cultura e dettava legge in fatto di stile. La passione per le novità e il lusso la portò a innamorarsi del galuchat, ovvero una pelle pregiata ricavata dalle squame di pesce, del tutto inedita in Occidente a quei tempi. Il galuchat prende il nome del suo inventore, il maestro di concia Jean Claude Galluchat, che per primo trattò e utilizzò questo rivestimento in Europa. In Oriente, per la verità, questa pelle vantava un’antica tradizione: la si utilizzava per foderare impugnature di spade da samurai e strumenti di precisione, ma col tempo quasi se ne perse l’uso.

Galuchat_2.

Con il nome di galuchat si indicano pelli di vari pesci: razze, squali della Cina e altre famiglie di squali. Tutti però hanno caratteristiche simili: una pelle a grana tonda più o meno fitta e fine, con un motivo particolare sul dorso, molto morbida e resistente, ma abrasiva se non trattata, adatta a rivestire anche piccoli oggetti. Fu nel periodo Art Déco che conobbe il suo splendore. Interi mobili venivano rivestiti di galuchat, abbinato a legni esotici. Ne sono celebre esempio i preziosi mobili anni ’20 firmati dal francese Emile Jacques Ruhlmann.

ilaria

Ciao, sono Ilaria e ho lanciato Ideare-Casa.com nel 2008 come un piccolo blog di interior design, dopo essere diventata mamma di una bellissima bambina. Ho aperto il blog per documentare la mia passione sul design, segnalare prodotti e raggiungere le persone che hanno la mia stessa passione per l'arredo di interni.

Your Header Sidebar area is currently empty. Hurry up and add some widgets.

Privacy Policy