Homebox: un prefabbricato da 19 metri quadri

E’ un vero e proprio contenitore, questa particolarissima casa, che può essere trasportata e realizzata o sviluppata con diverse varianti per usi residenziali.   La scatola può essere spedita in tutto il mondo e trasportata con sistemi standard come un normale contenitore.

Questa casa o contenitore, è comunemente chiamato anche Homebox o oggetti sperimentali per la costruzione. Usano materiali e metodi atipici e quasi tutti i componenti utilizzati nella realizzazione e costruzione sono dei prototipi.

La Pianificazione Urban Concept

L’ Homebox è concepito come una casa mobile con possibilità di utilizzo. Una finestra verticale ha solitamente bisogno di una piccola area di base, che sia un giardino o uno spazio all’aperto e l’homebox potrebbe trovarsi in un sito urbano o rurale. La casa può anche essere collocata in siti urbani o rurali o tra edifici o su terreni incolti.

L’ Homebox può essere utilizzato come rifugio d’emergenza per eventi importanti come la Coppa del Mondo di calcio, un Expo o Giochi Olimpici o vicino, temporaneamente, ad alberghi o ostelli.

Un gruppo di Homebox possono formare un “villaggio contenitore” con diverse configurazioni urbane come strade, con piazze, ecc

Perché un contenitore di legno?

In tutto il mondo sono maggiormente in uso i contenitori in acciaio. Ma l’usura, e le riparazione e manutenzioni dell’acciaio sono più costose (in termini di costi di acquisto, di saldatura, ecc) che per materiali in legno.

Le costruzioni di legno possono essere riparate con meno spesa e più facilmente. Le variazioni e alcuni adeguamenti o particolari arredamenti, sono più necessari e meno costosi in legno. Vivere nelle case in legno o materiale ecologico è più sano e ci si trova a proprio agio, rispetto ad una casa in acciaio.

 

Al primo piano si trova la zona giorno, cucina, bagno e sala da pranzo, al secondo piano o intermedio e al terzo, si trova la zona notte.

Le scale combinano e uniscono i vari piani  e i livelli dell’homebox.

Ciao, sono Ilaria e ho lanciato Ideare-Casa.com nel 2008 come un piccolo blog di interior design, dopo essere diventata mamma di una bellissima bambina. Ho aperto il blog per documentare la mia passione sul design, segnalare prodotti e raggiungere le persone che hanno la mia stessa passione per l'arredo di interni.