Ideare casa

Divano: i suoi mille usi

A volte, i divani, hanno meccanismi che li fanno diventare letti o che rendono la seduta più confortevole, altre volte sono progettati per poter variare la disposizione dei singoli elementi. I divani, oggi più che mai, sono pezzi d’arredo versatili che coniugano estetica, comfort e funzionalità.

Divano: in continua evoluzione

In alcuni casi è possibile modificare la composizione dell’imbottito, per esempio spostando lo schienale e i braccioli o disponendo diversamente gli elementi. Su strutture predisposte bastano quindi pochi gesti per rinnovare l’arredamento del salotto. Talvolta, invece, gli elementi sono intercambiabili e si possono integrare anche con tavolini e minilibrerie.

Eos di Feg

Si può comporre a piacere, modificando la posizione di basi, schienali e braccioli, il divano con struttura in ferro e legno e imbottitura in poliuretano espanso indeformabile. Il divano Eos di Feg misura 315,5×258,5x64h. Designer: Ilaria e Luigi Vaghi.

Up di Berloni

E’ dotato di schienale regolabile in altezza, per aumentare il comfort della seduta, il divano completo di mensola sagomata in alluminio colore titanio. Misura 270x290px71h cm il divano Up di Berloni.

Che cosa dice l’arredatore

  1. Il divano deve essere comodo: è bene provarlo da seduti, ma anche da sdraiati. Attenzione anche alla profondità delle sedute, all’altezza dello schienale e alla forma dei braccioli.
  2. Se è trasformabile, accertarsi che nella stanza ci sia spazio sufficiente per utilizzarlo in ogni sua configurazione.
  3. Quando è scomponibile verificare che i diversi moduli siano rifiniti in tutte le loro parti.
  4. Nella scelta del rivestimento tenere conto che quelli in pelle in genere non sono rimovibili, ma durano a lungo e nel tempo acquistano un gradevole aspetto “vissuto”. Quelli in tessuto si possono quasi sempre sfoderare: controllare che lo si possa fare facilmente. Alcuni vanno in lavatrice, altri richiedono un trattamento a secco.
  5. Il colore? Deve accordarsi al resto dell’arredamento ma anche alla finitura di pareti e pavimenti, senza trascurare l’impatto con altri arredi tessili, come i tendaggi.

Soluzioni su misura

Ci sono modelli dotati di meccanismi di trasformazione che agiscono sulle sedute in modo indipendente. Così si adattano alle singole necessità. Un esempio sono gli schienali costituiti da più segmenti, che si possono reclinare o sollevare per assicurare una perfetta ergonomia.

Style di Loiudic&D

Ha lo schienale con inclinazione regolabile l’imbottito a moduli componibili, con rivestimento in cotone sfoderabile. Il divano Style di Louidic&D misura 289×282 cm.

Soft di Doimo Salotti

Il modello componibile ha la struttura in legno e l’imbottitura in poliuretano espanso accoppiato con vellutino. Il trapuntino è realizzato in fibra di poliestere. Il rivestimento è completamente sfoderabile. Il divano Soft di Doimo Salotti misura 246x92px90h cm.

Hanno una doppia personalità… e diventano letti

Perché sia confortevole ciascun posto deve essere largo almeno 70 cm. Sull’ampiezza totale influiscono però anche i braccioli, che possono non esserci o variare da 10 a 40 cm. Per quanto riguarda la profondità, la media è 90 – 100 cm, un pò superiore rispetto al passato: per questo gli imbottiti sono spesso dotati di cuscini o poggiareni aggiuntivi.

Serve per uso quotidiano o come soluzione occassionale? E’ una valutazione da fare prima di acquistare il divano letto. A seconda delle esigenze, infatti, deve rispondere a requisiti differenti, che vanno dalla praticità di trasformazione alla comodità del materasso e del sostegno. Senza trascurare il comfort della seduta.

Focus di Ditre Italia

Il divano ha un meccanismo di apertura che consente la facile estrazione del letto con piano ortopedico e rete elettrosaldata. Il divano Focus di Ditre Italia misura 287x162px85h cm.

Tivoli di Nicoline

Con struttura in legno di faggio e imbottitura in poliuretano espanso a densità differenziata, il divano si trasforma in letto senza rimuovere la cuscinatura. Misura 200x94px90h cm. Il divano letto Tivoli di Nicoline è con rivestimento base in tessuto sfoderabile.

E la biancheria?

Uno degli aspetti da considerare, soprattutto quando il divano si utilizza frequentemente per dormire, è la possibilità di lasciare sempre lenzuola e coperte al loro posto anche quando il letto è chiuso. In genere, sono comunque sconsigliati piumini o trapunte voluminose dal momento che per chiudere la struttura si potrebbe forzare troppo il meccanismo con il rischio di danneggiarlo.

Divani trasformabili: un pò divano un pò letto

I modelli trasformabili negli ultimi anni hanno raggiunto un livello di comfort molto elevato e sono disponibili nelle varie versioni, a due o tre posti o componibili. Reti e materassi ripiegati sotto la seduta non pregiudicano un appoggio comodo ed ergonomico, solo leggermente più rigido rispetto ai divani tradizionali. Come in questi ultimi, la struttura è in genere rivestita con imbottiture in poliuretano espanso, spesso a quote differenziate in grado di adattarsi alle diverse parti del corpo.

Il materasso

Per quanto riguarda invece il letto, è sempre utile, soprattutto in caso di utilizzo frequente, magari quotidiano, scegliere versioni con materassi di spessore 12-14 cm, poco inferiore a quello dei letti tradizionali. Possono essere in poliuretano, lattice, oppure a molle, in relazione anche al tipo di sostegno. Per un uso saltuario possono bastare solo 6-8 cm di spessore. E’ sempre buona norma utilizzare il materasso abbinato alla struttura, per la sua compatibilità sia con la rete, sia con il meccanismo di apertura.

Divano trasformabile anche in verticale

In alcuni casi a condizionare la scelta del modello e del sistema di apertura sono la forma, le dimensioni e l’arredo della stanza: quando lo spazio è davvero limitato ci sono divani che possono diventare un letto a castello. Altre versioni hanno invece sedute trasformabili e allo stesso tempo scomponibili, che consentono di ottenere due letti a una piazza da utilizzare anche singolarmente.

Biletto di Chateau D’ax

Con un semplice movimento l’imbottito diventa un letto a castello. La scaletta e la barra di protezione si aprono simultaneamente e i materassi sono già in posizione pronti per l’uso. Misura 226x102px93h cm il Biletto di Chateau D’ax. Altri divani di Chateau D’ax.

ilaria

Ciao, sono Ilaria e ho lanciato Ideare-Casa.com nel 2008 come un piccolo blog di interior design, dopo essere diventata mamma di una bellissima bambina. Ho aperto il blog per documentare la mia passione sul design, segnalare prodotti e raggiungere le persone che hanno la mia stessa passione per l'arredo di interni.

Your Header Sidebar area is currently empty. Hurry up and add some widgets.

Privacy Policy