Ideare casa
Home » Idee per la casa » Dal disco cromatico le 20 combinazioni di colore che definiscono gli spazi della casa

Dal disco cromatico le 20 combinazioni di colore che definiscono gli spazi della casa

Una stanza vuota è per un decoratore una tela bianca come per un pittore. Lo spazio di fronte al quale si trova il decoratore è interamente da definire, il colore e le sue combinazioni saranno la prima scelta verso cui si andrà e che maggiormente sarà definito grazie all’arredamento della casa. Ma sono le linee guida a tracciare e a far seguire le scelte e come utilizzare al meglio i colori. Cinque sono i colori basilari, molte altre sono le opzioni cui attingere per l’ispirazione e la capacità di unione.

Ambiente monocromatico

La scelta sarà definita da un unico colore e unica sfumatura che definiranno l’intero arredamento. A seconda del colore che sarà scelto varie saranno le sfumature e le tinte. Il rosso e l’arancione definiranno degli ambienti particolarmente caldi. Se invece si sceglierà un ambiente che comunichi maggiore serenità, ma dalla tonalità più fredda e più utile in un ambiente marittimo o per una casa che si trovi su un lago, il verde sarà il colore più adatto o il blu. Tutti i colori tra il bianco e il crema sono particolarmente indicati per per gli ambienti neutri.

Analogia

I colori che nella tonalità si abbinano sono capaci di creare un look particolarmente armonioso, unito e collegato  attraverso tutti i cinque colori, tra questi è possibile sceglierne anche solo due o tre sul disco cromatico che possano avere chiavi simili, come per esempio il giallo, il verde, l’arancio che possono costituire e arredare uno spazio.

L’ambiente tra colori complementari

Uno schema complementare è creato utilizzando colori, ombre, sfumature o toni tra due colori che si trovano uno di fronte all’altro sul disco cromatico.  Questo schema facile da usare lascia all’interno di una stanza una sensazione armoniosa e rilassante. Si parte dalla scelta dei due colori che possano piacere al proprietario e da quel punto la tavolozza potrà espandersi, con giochi di luce, chiaroscuri e varie tonalità scure e chiare. Tutto questo riuscirà ad aggiungere profondità e carattere alla stanza. Potranno essere aggiunti il bianco al verde e rosso per ottenere l’aspetto vivace e allegro della stanza rosa e verde, o aggiungere bianco al giallo e blu per ottenere un aspetto rilassante e formale per un soggiorno.

Lo schema della complementarità

Uno schema di divisione complementare prevede l’utilizzo di tre colori. Iniziare con un colore, trova il suo complemento e quindi utilizzare i due colori su entrambi i lati di esso. Per esempio, il complemento di blu-verde è rosso-arancione e il complemento di scissione blu-verde sarebbe rosso e arancione. Anche in questo caso, qualsiasi, tinta o tonalità o il tono di questi tre colori possono essere utilizzati in combinazione con altri colori.

Triade complementare

Il regime triade è un altro schema a tre colori che è facile da eseguire. Come per la divisione complementare trovare un colore che si desidera utilizzare e quindi individuare gli altri due colori adiacenti ai colori divisi complementari. Ad esempio, nella camera da lettosi utilizza il blu, il rosso e il giallo in tinte di ogni tonalità. Usando tre colori in questo modo si crea un altro aspetto meraviglioso e armonioso. L’aspetto può essere drammatico, caldo, freddo o morbido a seconda delle tinte e sfumature scelte.

Lo schema dei colori non deve essere difficile, basta pensarlo in maniera corretta attraverso il disco cromatico. All’interno di ogni scelta ci sono varie opzioni per la scelta di colori preferiti, tinte e sfumature. I colori pastello, sono divertenti da unire e i colori particolarmente saturi possono essere uniti in vari schemi. Diventa molto divertente poterli unire e metterli insieme.