Quanto costa in media una cucina economica?

Quanto costa in media una cucina economica?

Creare la cucina dei tuoi sogni con un budget limitato non è un’impresa impossibile. Realizzare una cucina completa economica oggi è possibile grazie ai sistemi modulari e componibili offerti da molte aziende del settore. Il costo può variare notevolmente in base a diversi fattori. Le dimensioni, il tipo di mobili scelti, gli elettrodomestici e i materiali, possono contribuire ad aumentare o diminuire il prezzo totale del progetto delle cucine e renderle più o meno convenienti. In questo articolo ti daremo dei consigli utili per realizzare una cucina moderna o classica economica che non abbia un aspetto scadente. Scopri le nostre idee per risparmiare e ottenere una cucina bellissima a poco prezzo.

Consigli d’arredamento per cucine economiche

Il modo in cui vengono consegnati i mobili è già un parametro importante nel determinare il costo di una cucina, questi possono essere forniti, infatti, in diversi modi. Alcuni vengono venduti in un unico pezzo, già dotati di ante o cassetti, mentre altri vengono forniti con le parti che devono essere assemblate e montate. Nella fascia meno costosa di mercato si trovano le cucine componibili economiche, solitamente realizzate in truciolato melaminico o simili e rivestite in vinile, PVC, laminato o melamina. Un esempio di mobili per cucine componibili economiche sono quelli prodotti dal colosso svedese IKEA, dove, con una spesa di circa 300 euro, si possono acquistare cucine piccole con prezzi contenuti complete di tutto, dalle ante ai fissaggi. Se da un lato questo tipo di mobili offrono un costo molto basso, dall’altro è importante considerare anche gli aspetti negativi: dal tempo necessario per il montaggio alla durata della cucina stessa. Un consiglio per realizzare una cucina componibile economica che non debba essere cambiata dopo poco tempo, è quello di risparmiare sulla struttura che non si vede e di spendere di più per i materiali delle ante. Con il tempo sarà anche la soluzione perfetta se vorrai rinnovare tutto con un budget limitato, ti basterà acquistare semplicemente nuove ante e sostituire quelle vecchie e rovinate. Anche scegliere un piano di lavoro in un materiale abbordabile ha un notevole impatto sulla realizzazione di cucine che siano poco costose. 

Cucine economiche componibili: piani di lavoro economici

I piani di lavoro possono fare una grande differenza nell’aspetto e nella funzionalità di una cucina. Prima di fare un acquisto così importante stabilisci quale sia il materiale che possa rientrare nel budget che hai stabilito, pensando anche al tempo che lo utilizzerai e al tuo stile di vita. I piani di lavoro realizzati in pietre naturali come il granito o il marmo sono molto belli esteticamente ma costosi e possono assorbire rapidamente gran parte del budget. Non proprio la scelta migliore per cucine economiche. Il mercato di oggi offre, per fortuna, un’ampia gamma di materiali più economici per i piani d’appoggio delle cucine a poco prezzo, ma dal look comunque elegante. Ecco alcuni materiali che puoi prendere in considerazione:

  • cemento: molto scelto dai designer d’interni, offre un aspetto esteticamente carino che si adatta bene sia in cucine moderne economiche che in stile rustico. Un materiale estremamente durevole, resistente al calore, urti, macchie, umidità, graffi;
  • laminato: il materiale per piani di lavoro più conveniente per cucine a poco prezzo. È un pannello in MDF o truciolato ricoperto da due fogli plastici, uno decorativo e uno protettivo. Lo trovi in diversi colori e motivi, anche stampato effetto granito, marmo o legno. Di facile manutenzione e leggero, non necessita di pesanti basi d’appoggio, è resistente a graffi, urti e abrasioni, meno al calore e tende a rovinarsi rapidamente. Dovrai quindi trattarlo con molta cura e attenzione;
  • acciaio: più costoso del laminato è però più igienico, per questo è molto scelto per i ristoranti. Ottimo in una cucina componibile economica;
  • Piastrelle: per cucine classiche economiche o country chic, in ceramica o gres porcellanato sono convenienti e disponibili in un’ampia gamma di colori e modelli, compresi quelli che imitano il granito e altre pietre.

Quali sono le cucine più economiche?

Sono molti i marchi che propongono cucine nuove complete di tutto ed economiche. I due più scelti in Italia sono sicuramente IKEA e Mondo Convenienza, ma anche da Leroy Merlin puoi trovare moduli, mobili, soluzioni salvaspazio, illuminazione, e tutto il necessario per comporre cucine su misura economiche personalizzandole secondo i tuoi gusti. Alcune aziende propongono una sezione outlet, come le cucine Dotolo che offre una varietà di finiture e palette per creare lo stile dei tuoi sogni. Record Cucine produce bellissime soluzioni su misura di design e Made in Italy, ma anche linee di cucine economiche a prezzi abbordabili. Online puoi trovare molte occasioni a prezzi scontati e creare, ad esempio, cucine lineari economiche con soluzioni country del brand Bindi, cucine angolari economiche di aziende come Snaidero, Lube, Scavolini e molto di più, basta cercare in rete.

Quanto viene a costare una cucina Ikea?

Le cucine modulari di IKEA sono disponibili in prezzi diversi. Le più abbordabili si aggirano intorno ai 500 €. Parliamo di cucine piccole economiche, come il pratico e funzionale angolo cottura SUNNERSTA. I progetti e i mobili spaziano da quelli più ampi a quelli per spazi ridotti, come KNOXHULT e ENHET, con offerte a partire dai 255 €. IKEA dispone di un catalogo ricco di modelli, troverai facilmente il prodotto perfetto per te.

Quanto costa una cucina su misura Mondo Convenienza?

Famoso per gli articoli d’arredamento dal costo contenuto, Mondo Convenienza offre la possibilità di realizzare la tua cucina su misura economica con soluzioni modulari dai prezzi molto competitivi. I costi variano in base al modello scelto e dal tipo di composizione desiderata, in negozio consulenti esperti possono guidarti nel creare la struttura migliore. È possibile già avere un’idea di quanto potrai spendere consultando il catalogo o il sito ufficiale ordinando le cucine, presentate già montate, dal prezzo più basso a quello più alto. Una composizione tipo, delle linee componibili Zenit o Stella, hanno una spesa sui 990 € e si può personalizzare tutto: maniglie, finiture, piano di lavoro, elettrodomestici, vani chiusi, cassetti e mensole. Lo stesso per i modelli Urban con i rivestimenti a scelta o Selfie dal look giovane e accattivante, ambedue sulle 1040 €.