Ideare casa
Home » Idee per la casa » Cucine componibili: consigli per l’acquisto

Cucine componibili: consigli per l’acquisto

Le cucine componibili moderne o classiche sono attrezzatissime e tecnologiche, soprattutto dal punto di vista dei materiali. In particolar modo quelli dei piani di lavoro e le ante. Ciò che è cambiato sono i piani, ad avere ampio risalto sono attualmente i nuovi top dagli spessori diversificati, dai 2 ai 6-8 cm. La cucina sempre più di frequente è a vista con isole e penisole dai top di materiale diverso rispetto alla composizione a parete.

Spesso l’effetto varietà è dato dalle differenti altezze a terra dei piai, sfalsati uno rispetto all’altro. Alle volte è lo stesso top ad essere sfalsato e costituito da due da due parti. Per quanto concerne i materiali all’acciaio e alle pietre natuarali si aggiungono i lamnati di alta qualità e i materiali tecnici, come quelli realizzati con resine acriliche oppure quelli con pietre e quarzi mescolati a resine.

Le nuove cucine componibili e e le loro nuove soluzioni dipendono dai nuovi stili di vita. Sono innovative nelle forme e nei materiali, le cucinecontemporanee tornano al centro della vita domestica. Sono aperte sul soggiorno e bene in vista, non hanno bisogno di essere schermate da quinte o pareti E così la produzione più attuale offre composizioni perfette per i nuovi modi di vivere la casa.

Alle cucine componibili si chiedono così soluzioni sempre più professionali. Un’esigenza a cui il design risponde con forme innovative, materiali da alte prestazoni e finiture di forte valenza estetica. La cottura è diventata davvero molto specializzata, a gas elettrica o a induzione, alcuni dei nuovi piani a incasso prevedono funzioni sempre più professionali: dalle zone cottura per recipienti di grandi dimensioni, come i wok, alle piastre di ultima generazione che, in alcuni casi possono anche sostituire il forno per dorare e riscaldare i cibi.

Ma di fondamentale importanza in cucina risulta essere la luminosità soprattutto quando si scelgoono mobili in colori accesi o scuri, si può alleggerire l’effetto d’insieme scegleindo per una parte della composizione na finitura differente, come il vetro satinato.

Nelle nuove cucine componibili ciò che può essere esibito sono le superfici, spesso i top è molto più di un piano di lavoro: può pèer esempio avere lavello e piano cottura integrati, o collegare zone operative differenti oppure ancora trasformarsi in tavolo. Spesso il piano si prolunga in verticale diventando il fianco di isole e penisole oppure il punto di appoggio a terra del bancone snack. Per le superfici e i piani il materiale maggiormente utilizzato è il laminato, materiale molto versatile per i soi svariati utilizzi nell’arredo d’interni, può imitare le superfici in marmo, granito e legno o laccato in una gamma vastissima di colori. E’ un materiale costitutito da più strati di materiale fibroso (come la carta), impregnato di resine termoindurenti.