Cosa fare se si blocca la caldaia

Cosa fare se si blocca la caldaia

Una caldaia che non si avvia più è un disastro, specie in inverno. Non solo non possiamo fare una doccia calda, ma rimaniamo al freddo se abbiamo il riscaldamento autonomo.

Cosa fare ? Perché la mia caldaia non si avvia? Quando chiamare un professionista per la riparazione? Cause e soluzioni dei guasti, ti aiutiamo a capire cosa sta succedendo.

Questo articolo è stato realizzato in collaborazione con i tecnici di caldaie a Roma Calored che ci hanno aiutato a comprendere come funziona una caldaia a gas.

La caldaia a gas non si avvia più Motivi

In caso di anomalia rilevata, il dispositivo entra in sicurezza e si arresta per evitare il deterioramento, ma anche per garantire la sicurezza degli abitanti di casa. Tra le cause più frequenti che possono spiegare lo spegnimento di una caldaia a gas o la sua sicurezza, troviamo:

  • La pressione dell’ acqua è troppo bassa : normalmente è compresa tra 1 e 1,5 bar. Se è troppo bassa o non c’è pressione, la caldaia si spegne e può anche causare perdite d’acqua .
  • Il fumo non viene più scaricato : se lo scarico fumi è ostruito, la caldaia può andare in blocco e non funziona più.
  • I bruciatori sono intasati : troppa polvere accumulata può ostruirli notevolmente e causare un malfunzionamento della caldaia.
  • I condotti sono bloccati : interromperà la distribuzione del calore e si tradurrà in un mal funzionamento .
  • Troppo calcio nei tubi : la caldaia va in blocco perchè passa poca acqua per via del calcio che si è formato.

Potrebbero esserci altri motivi per il problema:

  • Problemi di connessione
  • Cattivo contatto
  • Sovratensione
  • Surriscaldamento del dispositivo
  • Perdite nelle tubazioni,

È pericoloso aggiustare la propria caldaia. Non si scherza con il gas. Non hai altra soluzione che quella di chiamare un professionista per riparare la tua caldaia. Prima però puoi controllare il manuale d’uso che potrebbe darti dei suggerimenti in base al codice di errore che appare sul display della caldaia. Potrebbero essere delle cose banali come mancanza di tensione, pile scariche se c’è la fiamma pilota ecc.

Il tecnico eseguirà le seguenti operazioni:

  • Controllare i collegamenti e le condizioni dei cavi della caldaia a gas.
  • Pulisce i bruciatori.
  • Pulisce il condotto di scarico.
  • Lava i tubi internamente dell’ acqua.

Controlli da eseguire in caso di avaria della caldaia

Alcuni controlli di base possono aiutarti a scoprire dove si è guastata la tua caldaia e ripararla.

  • Controllare i collegamenti elettrici: Se la tua caldaia non si avvia più, controlla se le luci sul tavolo sono accese. Ciò potrebbe essere dovuto a un problema elettrico. Si consiglia pertanto di verificare prima i vari collegamenti elettrici e le condizioni dei fusibili.
  • Controlla la pressione dell’acqua : Un errore di pressione può anche essere la causa di un guasto. La pressione dell’acqua deve essere di circa 1 e 1,5 bar (le caldaie hanno un manometro che indica la pressione dell’impianto). Se noti acalo di pressione, è necessario reinserire l’acqua nella caldaia. Se, al contrario, osservi aaumento di pressione, devi sanguina i tuoi radiatori per evacuare l’aria che sarebbe entrata nella rete.
  • Controlla l’arrivo del gas: Infine, ricorda anche di verificare che la fornitura di gas o petrolio non sia chiusa (o che non vi sia un taglio temporaneo a causa di lavori). La valvola di ingresso del gas si trova di solito prima del contatore.

I guasti più comuni

Ogni impianto di riscaldamento è diverso. Tuttavia, la maggior parte dei guasti che si verificano sulle caldaie sono più o meno gli stessi. Faremo il punto sui più comuni. Rilevare l’errore ti consentirà di spiegarlo più facilmente al professionista incaricato della manutenzione del tuo dispositivo in modo che abbia tutte le informazioni prima di intervenire a casa tua.

Un problema con il vaso di espansione
Il vaso di espansione sanitario viene utilizzato per assorbire variazioni del volume d’acqua nella caldaia.

Sembra un piccolo palloncino. È generalmente rosso e si trova nella parte posteriore della caldaia. Numerosi segni possono indicare un problema sul vaso di espansione: una frequente perdita di pressione nel circuito di riscaldamento, una perdita d’acqua sotto l’apparecchio, la caldaia che va regolarmente in sicurezza per eccesso o mancanza di acqua.