Ideare casa
Home » Architettura ed Interior » Urbanistica » Container medical compund di Emergency

Container medical compund di Emergency

Residenze per il personale medico del centro di cardiochirurgia di Emergency presso l’ospedale Salam a Soba, Khartown Sudan.

Il progetto è nato dall’idea di recuperare alcune delle centinaia di container che giacevano in disuso attorno al cantiere dell’ospedale Salam e nel vicino interporto di Soba, portati in
Sudan negli ultimi anni a seguito delle missioni promosse per fronteggiare le emergenze umanitarie.

Anzichè lasciare questa montagna di ferraglia a deturpare il paesaggio in attesa di trasformarsi
in rottami inutilizzabili, si è pensato di elaborare un piano finalizzato a reimpiegarli per realizzare le case del personale medico, proveniente da tutto il mondo per prestare servizio presso il centro di cardiochirurgia di Emergency. Per altro verso, nell’intenzione dei progettisti l’operazione rappresenta un atto politico per rivendicare la necessità di rallentare il dislocamento
continuo di risorse e materiali che i container permettono, congelando Ia folie corsa al trasporto indiscriminate che, oltre al crollo del prezzo delle merci, provoca problemi assolutamente non trascurabili di contaminazione ambientale e paesaggistica, attraverso enormi pile di carcasse giunte alla fine del loro ciclo di vita utile d’esercizio.

In termini d’impatto ambientale, le 76 tonnellate di C02 emesse in atmosfera a causa del trasporto di circa 95 container nel tragitto da Milano a Khartoum sono state compensate con un intervento di forestazione nell’area, piantando 162 alberi e assumendo come potere di assorbimento medio di un albero, nel suo ciclo vitale di cento anni, 0,7 tonnellate di C02.

Una contabilizzazione fortemente limitativa, secondo i progettisti, perche risponde a logiche puramente mercantili anche in campo ambientale. In un paese in cui la desertificazione e una calamita che sta ulteriormente impoverendo le già depauperate risorse, rappresenta un segnale importante per cominciare a riflettere in modo propositivo su queste problematiche.