Come usare frese per legno: tutto quello che c’è da sapere

Come usare frese per legno: tutto quello che c’è da sapere

La fresa per legno è un utensile destinato alla lavorazione del legno. Al giorno d’oggi esistono svariate tipologie di frese, ma le principali si possono suddividere in quattro tipi (a seconda degli ambiti per cui vengono utilizzate): per trapano, per fresatrice, per CNC e per Toupie. Prima ancora di andare a spiegare come usare frese per legno (seguendo i consigli di Fraiser Tools), è importante fare una doverosa premessa: preparare la fresatrice, scegliere la fresa e avere un’educazione minima alla fresata. Detto questo, segue una breve guida su come impiegare le frese per legno al meglio, descrivendo per ciascuna il procedimento ideale.

Come usare frese per legno: l’utilizzo delle frese per fresatrice

Iniziamo parlando delle frese per fresatrice orizzontale e verticale. Prima di tutto, va verificata la macchina, per questo motivo bisogna pulire la pinza elastica. Così facendo, ci si assicura che la fresa per legno proceda nella direzione corretta. Bisogna poi verificare che la posizione della presa sia giusta, regolandosi tramite il simbolo K presente sullo strumento. In seguito, va impostato il numero di giri esatto: in questo modo si evita che il legno venga bruciato. Infine, è fondamentale scegliere una fresa molto robusta.

Fresa per trapano

Passiamo ora alla fresa per trapano, che in commercio viene venduta anche con il nome di punta leva-nodi. A differenza della fresa per fresatrice, per usare la fresa per trapano è indispensabile valutare due parametri quali la potenza e la velocità. A livello di potenza, l’ideale è acquistare una fresa per trapano che possieda una potenza di almeno 900W, con cui si possono effettuare fresate profonde e montare frese di dimensioni importanti. Per quanto riguarda, invece, la velocità della fresa, la scelta ideale è puntare su una fresa a trapano capace di mantenere 3.000 giri al minuto.

Fresa per pantografo CNC

La fresa per pantografo CNC rappresenta probabilmente il livello tecnologico più alto mai raggiunto dalle frese per legno. Grazie alla sua versatilità, riesce a soddisfare i desideri di una clientela esigente. Per sfruttarne al pieno le potenzialità, si consiglia prima di tutto di pulire la sede. Poi, posizionare la fresa all’interno della pinza elastica fino a raggiungere il simbolo K. Successivamente, è importante segnare uno ad uno gli utensili e i mandrini, onde evitare possibili rotture dell’utensile stesso. Infine, si ricorda di sostituire la pinza elastica qualora la fresa dovesse rompersi.

Fresa per Toupie

Siamo arrivati alla conclusione della nostra guida su come usare frese per legno. L’ultima di cui parliamo è la fresa per Toupie. Per usarla in maniera corretta accertarsi in primis di avere una base pulita (ci si può aiutare anche con l’aria compressa). Dopo aver terminato la pulizia della base, si effettua il controllo degli anelli distanziometri, attraverso cui si alza o si abbassa la fresa. Vale poi sempre il discorso relativo alla robustezza della fresa, parametro fondamentale in tutte le frese per legno. In ultimo, accertarsi che il carrello non abbia subito graffi o sia ostruito, in quanto ciò determinerebbe una fresata storta a causa di una forte instabilità durante la fresata.