Come richiedere un preventivo zanzariere: tipologie e montaggio

Come richiedere un preventivo zanzariere: tipologie e montaggio

Richiedere un preventivo per le zanzariere è l’unico modo per determinarne con esattezza il prezzo. Le variabili, anche d’installazione, sono infatti numerose. A incidere sul costo quindi, troviamo la tipologia di zanzariera (scorrevole o fissa), il materiale di cui è composta, l’eventuale movimento elettrico, ed altri aspetti minori. Nelle prossime righe faremo un po’ di chiarezza sull’argomento, facendo anche una panoramica sui modelli presenti sul mercato.

Preventivo per zanzariere: come richiederlo

Abbiamo detto che richiedere un preventivo zanzariere (puoi farlo qui https://www.shark-net.com/privati-preventivo-per-zanzariere/) è l’unico modo per stabilirne con esattezza il prezzo. Esistono dunque una serie di parametri che incideranno moltissimo, tra cui il modello da installare. Tra le principali tipologie troviamo:

Zanzariere a rullo: è il modello più comune, ed è piuttosto veloce e semplice da montare. Il vantaggio principale consiste nel fatto che queste zanzariere possono essere adattate tranquillamente a qualsiasi tipo di finestra o di porta.
Zanzariere su misura: ideali in presenza di porte e finestre di misure non standard. In questa situazione, un montaggio preciso è essenziale.
Zanzariere verticali: modello principalmente usato per le finestre.
Zanzariere elettriche: equipaggiate con un dispositivo che permette chiusura e apertura automatizzata. In alcune situazione, possono essere controllate anche da smartphone tramite app dedicata. Sicuramente rappresentano la soluzione più costosa.
Zanzariere fisse: sono perfette per lucernari, oblò e abbaini che non vengono aperti di frequente. La struttura è molto semplice, e consiste in un telaio fisso montato sulla finestra.
Zanzariere plissettate. Sono ideali per finestre dalle dimensioni ridotte, e dotate di un meccanismo che attraverso una molla consente la regolazione dell’apertura secondo le esigenze. Hanno un costo leggermente superiore alla media, ma sono decisamente pratiche perché si bloccano meno di frequente rispetto ad altre. Tra l’altro, sono poco ingombranti.

Montaggio zanzariere: come farlo?

Partiamo dal presupposto che a meno di non avere le giuste competenze, il montaggio delle zanzariere non deve essere fatto in autonomia, ma affidato ad un’impresa. Anche se non è un’operazione molto complessa infatti, richiede una certa precisione, e una mano esperta saprà come regolare le zanzariere in maniera precisa e veloce. Innanzitutto ogni finestra o porta, ha delle sue dimensioni, motivo per cui l’azienda a cui vengono affidati i lavori effettuerà un sopralluogo.

In un secondo momento, il cliente deciderà su quale tipo di zanzariera e di apertura intende puntare per la sua abitazione. In questo preciso frangente comunque, è sempre importante affidarsi ai consigli dell’impresa stessa, che saprà indicare la soluzione migliore anche sotto il profilo estetico, in base alle reali esigenze. Successivamente arriva la fase del montaggio vero e proprio, momento in cui il montatore individuerà quali sono i migliori punti di ancoraggio per la zanzariera, così da assicurare la miglior tenuta possibile.

Nel caso le zanzariere fossero motorizzate, è importante che il montatore rilasci anche un manuale di istruzioni, così da poterle utilizzare con facilità. Tali istruzioni devono comprendere anche la parte del motore. In questo modo, se dovesse rendersi necessario lo smontaggio, si potrà provvedere al suo rimontaggio senza incontrare particolari problemi. Un montaggio corretto permetterà alla zanzariera, oltre che di essere più funzionale, anche di durare più a lungo nel tempo.