Come progettare una piscina e sceglierla al meglio

Come progettare una piscina e sceglierla al meglio

Avere una piscina privata, che sia fuori terra o interrata, nel proprio giardino o nella propria villa può essere non solo il sogno di una vita, ma regalare anche degli attimi di puro divertimento e relax, insieme a tutta la famiglia.

È molto importante però, prima di provvedere all’acquisto e alla sua realizzazione, sceglierla in modo corretto e soprattutto “progettarla” in modo giusto.

Con questo termine si intende indicare la necessità di valutare in modo corretto tutte le sfaccettature, ma anche gli elementi necessari per avere una struttura sicura e che soprattutto riesca a soddisfare i propri obiettivi al meglio.

Tra questi possono esserci quelli relativi all’allenamento sportivo o il semplice divertimento e relax in compagnia degli affetti più cari.

I fattori da valutare per il corretto progetto di una piscina

Una piscina personale può essere un ottimo modo per poter staccare la spina e rilassarsi sorseggiando magari il proprio drink preferito, ma può essere anche utile se si fa parte del mondo sportivo e, quindi, se la si vuol utilizzare per allenarsi.

In commercio esistono numerosi modelli tra i quali scegliere, tra i quali spiccano quelli proposti da Laghetto Piscine, da sempre leader di settore, pronto a fornire assistenza durante tutte quelle che sono le fasi della vendita e anche a scegliere il modello di piscina adeguato.

A tal proposito, è molto importante valutare il progetto iniziale, cioè quello che prevede una sorta di bozza utile per poter capire bene come si desidera la piscina, che spazio dovrà occupare, e dove dovrà essere collocata.

Certamente, non sarà necessario realizzare un disegno come quello degli architetti, ma almeno appuntare gli elementi fondamentali.

Tra questi, come abbiamo sottolineato, in primis bisogna valutare la posizione della piscina: questa non solo dovrà essere esposta alla luce, ma dovrà anche rispettare la privacy, evitare zone ventose e soprattutto evitare aree dove sono presenti alberi, che potrebbero sporcare l’acqua, con rami, foglie e polline.

Inoltre, si dovrà anche valutare che, sotto la superficie della piscina non siano presenti cavi elettrici, idrici, ma nemmeno di altro tipo e quindi sarà opportuno richiedere, prima dello scavo o anche dell’installazione di una piscina fuori terra, un’indagine del terreno sottostante.

Questi fattori però non sono gli unici da considerare per avere una piscina perfetta.

Gli altri elementi da considerare

Molto importante anche la forma e le dimensioni della piscina, che possono variare non solo per un fattore estetico, ma anche per lo scopo per cui si utilizza la struttura: se è per solo due persone, si potranno valutare misure ridotte, ma se è per una famiglia di atleti che si devono allenare, il discorso cambia.

Altro elemento da valutare è ovviamente quello della sicurezza: la piscina non dovrà essere posizionata accanto a strutture che potrebbero danneggiare chi la usa o comportare danni alla piscina stessa.

Di fondamentale importanza anche il tipo di materiale, ma anche il tipo di fondo, così come si dovrà pensare anche alla tipologia di chiusura della piscina che si dovrà realizzare, una volta terminata la stagione estiva.

Ovviamente, il fattore estetico non dovrà mancare, e sarebbe opportuno valutare quest’ultimo anche in base alla posizione che avrà la piscina.

Quest’ultima è di fondamentale importanza non solamente per una questione di bellezza, ma anche per cercare di non far apparire la struttura in modo troppo sproporzionato rispetto a quello della casa o della villa.

Dopo aver valutato tutti questi aspetti, ovviamente si dovrà procedere contattando un esperto del settore e architetti professionisti che saranno in grado di svolgere al meglio il progetto vero e proprio, con una planimetria ricca di dettagli.

Tutte queste valutazioni e progetti serviranno per ottenere una piscina perfetta e che rispetti tutte le proprie richieste.