Come faccio a sapere se il forno è Statico o Ventilato

Come faccio a sapere se il forno è Statico o Ventilato

Sei alla ricerca del tuo nuovo modello di forno e probabilmente ti stai chiedendo qual è il metodo di cottura migliore. Sul mercato esistono vari tipi di forni: elettrico, a gas, a microonde, a legna. Si differenziano per la modalità di cottura degli alimenti, che può essere statica o ventilata. In questo articolo analizzeremo le differenze e come riconoscerli.

Qual è la modalità statica di un forno

Cosa significa forno statico? Significa cibi cotti e asciutti anche all’interno. Quindi, è particolarmente indicato per pizza, dolci, pane, focacce, cibi con lievito che possono essere sistemati direttamente sulla superficie refrattaria o in una teglia. Ottimo anche per la cottura del pesce, non dovrebbe essere utilizzato a una temperatura maggiore di 180°. 

Il forno statico cuoce i cibi per conduzione e irraggiamento, con fonti di calore che possono irraggiarsi dall’alto o dal basso tramite resistenze elettriche (o grazie al fuoco a gas posto sul fondo) e che surriscaldano l’aria raggiungendo le diverse temperature. Cucendo per irraggiamento, le parti delle pietanze cotte per prime sono quelle più vicine alla fonte di calore. Presente soprattutto nelle cucine modulari, il forno statico è ideale per la cottura lenta delle pietanze. 

Sotto i fuochi, spesso c’è un forno statico a gas. Questo ha un irraggiamento dal basso con la fiamma e non è adatto alla pasticceria perché brucia le superfici.

Forno in modalità ventilata

Sebbene possano sembrare simili all’esterno, la differenza tra forno statico e ventilato si può notare quando si guarda all’interno. Mentre il primo tipo è dotato di elementi riscaldanti superiori e inferiori, il secondo possiede una ventola per far circolare l’aria calda all’interno per cuocere i cibi. Si ridono così i punti caldi e freddi, per un calore meglio distribuito e le pietanze cotte in modo uniforme. Con la modalità ventilata, carni come il pollo e il tacchino, lasagne, sformati, arrosti, possono ottenere un delizioso strato esterno croccante, senza seccarsi all’interno. Perfetta per far dorare le superfici, ottima per un gustoso pesce al cartoccio. Al contrario di quanto si crede, la modalità ventilata non è adatta alla cottura dei dolci, meglio il forno modalità statica. Mentre con un forno statico è meglio cuocere una pietanza alla volta, in un forno ventilato si possono gestire diverse pietanze insieme in quanto l’aria che circola evita che odori e sapori si mischino. In generale, molti cibi per cui le ricette indicano come migliore la cottura nel forno statico possono essere cotte anche nel ventilato, basta ridurre la temperatura indicata di circa 20 °C. Un altro vantaggio dei forni ventilati è che hanno un risparmio energetico maggiore.

Come riconoscere i simboli del forno?

I moderni forni casalinghi assomigliano sempre di più a degli strumenti professionali, come riconoscere i vari simboli del forno? Le funzioni di cottura sono visualizzate sul pannello frontale, comprenderle non è solo importante per cucinare bene, ma anche per mantenere il prodotto in buono stato. Come per i simboli che troviamo su elettrodomestici come lavastoviglie e lavatrice, i simboli del forno non sono universali, possiamo trovare alcune differenze tra i diversi marchi. Ma, in generale, se ti stai chiedendo come faccio a mettere il forno statico? Vedremo i simboli comunemente più usati:

  • Il simbolo che indica il forno ventilato è di solito rappresentato da un quadrato che racchiude il disegno di una ventola, a volte dentro un cerchio;
  • Il simbolo del forno ventilato con una linea in basso significa che è dotato di una modalità di cottura specifica per la pizza e per le pietanze che necessitano di una temperatura maggiore;
  • il simbolo del riscaldamento del forno statico è costituito da due linee, una in alto e una in basso, all’interno di un quadrato. Le linee rappresentano i due elementi riscaldanti utilizzati, uno in alto e uno in basso nel forno;
  • linea in fondo a un quadrato: cottura che utilizza solo la resistenza nella parte bassa. Lo puoi scegliere per la cottura della pizza o cibi che richiedono una base croccante;
  • la cottura delicata ha due linee orizzontali tratteggiate;
  • il simbolo del grill del forno è rappresentato da una linea a zig-zag nella parte superiore di un quadrato, usalo per rendere croccanti e dorati i cibi;
  • grill ventilato: linea a zig-zag con sotto il simbolo della ventola, perfetto per pollo arrosto, pesci interi e arrosti.;
  • il riscaldamento per tenere i cibi al caldo senza cuocerli ulteriormente ha il simbolo di un piatto con linee di “vapore” che si innalzano sopra;
  • riscaldamento delle pietanze senza rovinare la porcellana, è rappresentato da tre piatti allineati uno sull’altro e le linee di vapore in verticale;
  • se è presente accanto ai simboli la lettera “e” questa indica la cottura “eco”, ovvero delicata;

Simboli cottura forno nelle diverse marche

In linea di massima sia per i modelli a gas che quelli elettrici, i simboli del forno sono uguali quasi per tutti. Possono esserci alcune varianti nei forni multifunzioni che hanno cotture speciali derivanti da tecnologie esclusive sviluppate dalle singole marche produttrici di forni, vediamone alcune:

Forno Indesit simboli:

  • scritta speed con una griglia sotto: permette la cottura come fosse un barbecue;
  • tre triangolini girati in alto e un fiocco di ghiaccio indicano la cottura di cibi congelati;   
  • il grill con ventola: tre triangolini girati in alto sotto la ventola;
  • posate con una teglia sotto: riscaldamento pietanze; 
  • pancake: cottura dei dolci.

Forno Hotpoint – Ariston simboli: 

  • il pollo indica come simbolo la modalità forno statico;
  • termometro con la scritta Low: cottura a bassa temperatura e funzione per scongelare;
  • 1-2-3 incolonnati simboleggiano la funzione ventola;
  • spiedino: cottura con grill e girarrosto;
  • torta: cottura delicata ideale per i dolci.

Forno Smeg simboli:

  • la modalità statica viene indicata con due curve;
  • grill: curva però tratteggiata;
  • “P”: funzione autopulente.

Forno Electrolux simboli:

  • fiocco di neve: scongelamento cibi;
  • simbolo del vapore e ventola: abbina al calore circolare l’uso del vapore.

Forno Beko simboli:

  • cottura 3D con calore omogeneo: simbolo del quadrato con ventola cerchiata e barra superiore e inferiore;
  • pulizia forno idrolitica: quadrato con vassoio in basso e goccia al centro;
  • pulizia forno con ventola: quadrato con vassoio in basso, ventola al centro e goccia.