Ideare casa
Home » Consigli per la casa » Asciugatrici: guida all’acquisto

Asciugatrici: guida all’acquisto

Capi perfetti senza più bisogno di stendere: le nuove asciugatrici, capienti e versatili, rapide e con cicli differenziati, asciugano i tessuti mantenendo il grado di umidità desideato. E alcuni programmi sono pensati in particolari per facilitare la stiratura.

Quando acquistarle

L’asciugatrice è un elettrodomestico ancora relativamente poco diffuso, che negli ultimi anni si è molto evoluto dal punto di vista tecnologico. Si tratta un’ottima soluzione quando non si ha spazio per stendere (soprattutto d’inverno) e si ha poco tempo da dedicare al bucato. E’ utile però anche per chi lava grandi quantità di capi e ha quindi l’esigenza di organizzare lo spazio della lavanderia nel modo più efficiente e funzionale.

Dove installarle

Questi apparecchi sono di solito a carica frontale e sempre a libera installazione. Hanno in genere le stesse dimensioni di una lavatrice standard: larghezza e profondità 60 cm, altezza 85 cm; esistono anche alcuni modelli salvaspazio larghi 45 cm. In alternativa all’installazione a terra, ci sono asciugatrici predisposte per essere sistemate a colonna o fissate sulla parete, sopra la lavabiancheria.

Come funzionano

L’asciugatrice aspira l’aria dall’ambiente, la riscalda e la immette nel cestello per asciugare i capi. Il movimento della centrifuga garantisce la circolazione adeguata dell’aria all’interno della vasca. A seconda dell’intensità della centrifuga a fine ciclo i capi sono pronti per essere stirati e o riposti nell’armadio.

Tempi e consumi

Un ciclo completo dura in media 90 minuti, ma alcuni apparecchi prevedono oggi anche programmi brevi, da 40-50 minuti. La maggior parte dei modelli dispone di partenza ritardata per poter programmare l’avvio anche a distanza di 24 ore. Un punto ancora “debole” di questi apparecchi sono i consumi: un programma per capi in cotone assorbe circa 3-5 kW, ma si può scendere a 20 kW con un modello in classe energetica A.

1 comment