Rubinetto Wosh della Zucchetti rubinetterie

Tutta la magia del diamante è racchiusa in Wosh, una scultura per l’acqua frutto della forza creativa e poetica di William Sawaya.
Un oggetto prezioso interprete del lusso contemporaneo, ricercato e più che mai affascinante nella nuova finitura oro che enfatizza ulteriormente i suo volumi importanti, attraverso caldi riflessi di luce e prospettive sempre diverse.
Pur mantenendo un filo conduttore comune, nessun elemento della collezione risulta essere uguale all’altro. Rubinetti come gemme, dai profili netti e rigorosi, di volta in volta prendono forme diverse, dettando le linee di un oggetto capace di imporsi nello spazio bagno.

Wosh si aggiunge alle collezioni più rappresentative del percorso di design che Zucchetti da anni sta perseguendo.
“WaterWords ZUCCHETTI è in sé una collezione manifesto per la democrazia, un “hyde park” della libera espressione di chi ha qualcosa da dire (o da ridire) sul tema progettuale tecnologico e formale del rubinetto.
Detto questo, WOSH la collezione che ho disegnato, diventa ovvia dichiarazione d’intento.
Già il nome facendo il verso a WASH (lavare), rivela subito la sua funzione.
Di rubinetti ne sono stati fatti tanti: Dio quanti! Di belli, di brutti, ma tutti (o quasi) concepiti con l’intento di ispirare e di esaltare la “non” forma, la fluidità e la scorrevolezza dell’acqua.
E’ stata questa la riflessione che mi ha portato a desistere da ogni forma streamline o fluida che sia, conducendomi a forme primarie, architettoniche (e non) forti per natura, spigolose, esattamente come le rocce dove spesso sgorgano le sorgenti.
Ecco! Forse è proprio questo che volevo rappresentare: l’esplosione dell’acqua alla sua sorgente.
Ma perché questa “massa rocciosa” non sembrasse presuntuosa, doveva diventare meno primitiva, doveva essere domata e addolcita e resa più gradevole al tatto, arricchendola di sobria sensualità in superficie e di moderna tecnologia nel suo interno …cosa che ZUCCHETTI ha saputo fare bene.” William Sawaya